Mira, imprenditore si suicida nel suo capannone

carabinieri mira2Tragedia a Mira nella notte tra lunedì e martedì. Un uomo, un imprenditore di 65anni, residente a Piazza Vecchia (Mira) ha deciso di togliersi la vita nel capanno situato di fianco alla sua abitazione. Si è legato un cappio al collo e si è lasciato cadere. La scoperta è venuta solo martedì mattina, a trovarlo la moglie che non si era accorta di nulla.

Intervenuti immediatamente sul posto, i carabinieri e il medico del 118, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. I militari indagano sui motivi dell’estremo gesto. Restano esclusi possibili problemi legati al lavoro: l’uomo era titolare di una piccola attività edile, ma sarebbe andato in pensione qualche anno fa. Non lascia nessun biglietto per spiegare i motivi, forse più di uno, che lo hanno spinto a togliersi la vita. La notizia ha lasciato sgomento il piccolo paese in cui abitava, che non riesce a capacitarsi dell’accaduto. 

Lascia un commento