Mira, torna VilleCard per rilanciare il turismo alle nobili dimore del Brenta

ville card miraSaranno nel circuito: la Barchessa Valmarana a Mira Porte, villa Allegri Von Ghega a Oriago di Mira, villa Badoer Fattoretto a Dolo, villa Foscarini Rossi a Stra, villa Ferretti Angeli a Dolo, e villa Valier e villa Widmann a Mira. A volere fortemente l’iniziativa sono stati i sindaci dell’Unione dei Comuni della Riviera del Brenta, l’Ascom e l’Enaip. La collaborazione iniziata qualche anno fa con l’Università Cà Foscari, quest’anno si rinforza con l’arrivo di San Servolo Servizi Metropolitani di Venezia, mentre sono in corso trattative con la Camera di Commercio di Venezia e Rovigo. Per diffondere l’utilizzo della carta e promuovere la visita delle ville in maniera ludica e tecnologica, verrà inoltre organizzata una caccia al tesoro smart, sfruttando le più moderne tecnologie.

Ci saranno degustazioni guidate, proposte da Enaip Veneto nella sede in villa Ferretti Angeli, precedute da una presentazione dell’architettura della Riviera del Brenta. Saranno proprio i ragazzi della scuola a proporle. I visitatori poi potranno usufruire di uno sconto del 10% nei negozi e nei ristoranti affiliati all’Ascom e a Confesercenti, e sulle crociere lungo il Brenta. VilleCard 2016 si abbina anche a “Le delizie della Brenta”, una mini guida della Riviera scaricabile sullo smartphone. Grazie alla collaborazione con Ve.La, è stato chiesto alla Città Metropolitana di istituire un ticket giornaliero Actv con tariffa scontata. “I Comuni della Riviera sono convinti – hanno spiegato i sindaci del comprensorio – che la strada da percorrere in ambito turistico sia quella della condivisione gli interventi e confrontarsi con le categorie e gli operatori economici”.

Intanto una trentina di operatori turistici della Riviera del Brenta, daranno il via con maggio ad un sistema integrato fra bus, barca e bicicletta per visitare il comprensorio da Stra a Mira lungo il Naviglio con sette fermate. Il turista parte da Venezia, poi fa tappa a Fusina, Malcontenta Oriago, Mira, Dolo e Stra.’L’ innovativo sistema di trasporto si chiama “Easy Riviera”, a idearlo sono stati la Michelangelo Travel, l’associazione le ville del Brenta e la società Terminal Fusina.

 

Alessandro Abbadir

Lascia un commento