Piovese, la missione è vincere fino alla fine

pioveseParliamo della bella vittoria della Piovese al Vallini lo scorso 3 aprile contro il Bardolino. Parliamo del calcio di rigore neutralizzato da Luca Boscolo al quinto minuto della ripresa sul punteggio di uno a zero per i colori di casa, episodio che avrebbe riaperto una partita dominata dai biancorossi, che per spirito di sacrificio, organizzazione e intensità hanno disputato l´ennesima grande gara di questa stagione. Gara sbloccata dopo quaranta minuti da Degan, abile a concludere in diagonale e siglare la sua prima rete di quest´anno. Gara chiusa al primo minuto di recupero da Prelcec, alla sua terza rete stagionale. C’è da sottolineare che la Piovese ha messo in campo ben cinque under con l’esordio dal primo minuto di Gerini causa la squalifica di Bez. Al momento di andare in stampa la Piovese se la vede in casa col Caldiero, candidato molto quotato per i play off, visto che annovera ben 56 punti contro i 48 dei biancorossi. Poi la squadra va in trasferta a S.Martino Speme penultimo e quindi disperato e pericoloso.

Ultima fatica in casa con l’Ambrosiana tranquilla appena sotto alla Piovese. I l commento di Capitan Deinite. Col capitano biancorosso Matteo Deinite facciamo il punto della situazione della Piovese a sole tre giornate dalla fine del campionato. Anche per capire se tutto quello di buono è stato fatto sin qui, come le sette vittorie consecutive, potrà servire per accedere ai ply off e covare qualche speranza, anche se flebile, di riavere la serie D a Piove sfuggita dopo un solo anno di permanenza. “La Prima Squadra nonostante abbia disputato fino a ora un ottimo girone di ritorno – esordisce capitan Deinite – si trova a dover assolutamente vincere tutte le partite per sperare di centrare i playoff. Purtroppo le prime tre squadre in classifica hanno fatto un campionato incredibile, e il fatto di arrivare probabilmente quarti in classifica finale con oltre 50 punti e non accedervi sarebbe veramente un peccato oltre che una situazione quasi unica”. Avete qualche rammarico di aver sbagliato qualcosa? “L’unico rimorso che abbiamo è di aver buttato via qualche punto nel girone di andata, a dicembre la squadra è stata rivoluzionata e ringiovanita e questo fa ben sperare anche per la prossima annata, in quanto si può già partire da un’ottima base”.

Play off a parte cosa pensate di fare per la prossima annata? “ I ntanto cercheremo di terminare nel migliore dei modi il campionato, sperando in una battuta d’arresto delle dirette concorrenti e continuare in quel processo di crescita fondamentale per ripagare gli sforzi che la Società compie quotidianamente. Voglio ricordare che fare calcio in maniera seria e scrupolosa sia a livello di prima squadra che di settore giovanile come viene fatto in viale Madonna delle Grazie, necessita di risorse economiche importanti sempre difficili da reperire, quindi la gratitudine si può testimoniare attraverso i risultati e la crescita dei ragazzi del vivaio. Ragazzi che sono sempre presenti in pianta stabile in prima squadra e si stanno ritagliando spazi importanti in campionato”.

 

Gianni Patella

Lascia un commento