Ponte Boscochiaro, Tommasi “Abbiamo la soluzione”

Henri TommasiE’ arrivata a una soluzione la vicenda dei lavori per il ponte di Boscochiaro, interrotti a seguito della rinuncia da parte della ditta che si era aggiudicata la gara d’appalto. Lo scorso 11 aprile il cantiere è passato ufficialmente in carico alla seconda ditta appaltatrice, che ha ripreso da dove il lavoro si era interrotto.

“Siamo soddisfatti e saremo il più veloci possibile – commenta il sindaco Henri Tommasi -, per fare in modo di alleviare la popolazione dai disagi. Faccio però presente che la ditta non lavorerà in loco per la costruzione del ponte, dato che le fondazioni erano già state realizzate. Il ponte sarà costruito nella sede della ditta, che successivamente porterà i vari pezzi da assemblare in fase si montaggio, quindi i cittadini non vedranno operai al lavoro ancora per un po’. Penso che per inizio maggio inizieranno a vedersi le fasi di montaggio”.

Proprio per spiegare tempistiche e fare il punto sui lavori l’amministrazione ha incontrato, all’indomani della firma con la ditta, la cittadinanza, insieme ai progettisti e al professor Enzo Siviero dello Iuav di Venezia. Quanto alle critiche piovute addosso all’amministrazione relative a problemi di progettazione, Tommasi risponde così: “La conferma che il progetto non era sbagliato arriva dal fatto che questa seconda ditta lo ha visionato e ha accettato l’incarico. Senza dimenticare che anche la prima ditta aveva accettato quella progettazione senza rilevare criticità”.

E allora perché ha rinunciato all’appalto? “I motivi per cui la ditta ha deciso di non proseguire non sono ancora chiari, ma certamente non sono legati al progetto. Abbiamo lavorato per due mesi per cercare soluzioni. L’amministrazione ha fatto tutto in regola e se l’impresa decide di abbandonare questo esula dalle responsabilità del Comune, purtroppo”.

 

Giorgia Gay

Lascia un commento