Primo maggio, zaia: “Vedo segnali di speranza”

cercare-lavoro“Può forse risultare retorico celebrare la festa dedicata al lavoro in un Paese dove ci sono quasi 3 milioni di persone in cerca di occupazione e dove un giovane su 10 è senza lavoro. Ma alla vigilia di questo primo Maggio, nonostante i segni evidenti della crisi che continua a mordere anche in Veneto, colgo segnali di speranza”. Così il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, a 24 ore dalla festa del lavoro.

“Che il Primo maggio di domani sia una giornata speciale e non scontata – augura –  perchè la crisi non può e non deve togliere valore al lavoro. Creare lavoro, non sprecare il talento dei giovani e dei meno giovani,  sentirci responsabili del futuro di chi viene dopo di noi, è una sfida che non possiamo perdere. Anzi, che possiamo vincere”.

Lascia un commento