U.s. Codevigo, la società che si nutre della passione per il calcio

us codevigoSpesso si ha la cattiva abitudine di snobbare le piccole società calcistiche “di paese”, le cosiddette “provinciali”, come che se non hai una prima squadra minimo in serie D non sei nessuno. Non è così. Togliamoci questa cattiva abitudine, perché non è così. Certo gli scenari sono diversi, la notorietà è diversa, purtroppo già moltissimi anni il “dio denaro” ha manipolato anche questo mondo. Lo sappiamo, non è facile da immaginare, ma quando un ragazzino si trova all’interno del rettangolo di gioco, a rincorrere un pallone che rotola insieme ad altri amici, beh, tutto il resto scompare, si azzera tutto, esiste solo la passione, pura e semplice passione. Proprio di questa passione vive l’U.S. Codevigo. Si nutre di questa passione, cresce con questa passione, si espande, fa innamorare di sé con questa passione.

La società padovana, sorta nel 1972 per opera di appassionati, sta già da anni facendo parlare di sé per la sua solidità come società e per la sua politica (sportiva) sia a livello di prima squadra sia soprattutto a livello di settore giovanile. Volendo fare i nomi di alcuni artefici di questo “giocattolo”, non possiamo non citare il presidente Adriano Viale, il vice presidente Bruno Tommasi, il direttore sportivo Federico Zambon, il responsabile del settore giovanile Rossano Spinello, le addette alla pubblicità e alla comunicazione Sandra Cestari e Federica Martinelli. Queste sono solo alcune delle persone attive nella società, basti pensare che all’ultima riunione dirigenti erano presenti ben 43 addetti ai lavori, più 9 allenatori, per gestire un gruppo che vanta ben 150 tesserati. Se non è passione questa. La prima squadra milita nel girone C della terza categoria padovana. Anzi, si trova attualmente in piena zona playoff a soli 4 punti dalla capolista. Si punta dunque a fare il salto di categoria. Anche se la cosa che più riempie di orgoglio la società è proprio il “come” si sta perseguendo questo obiettivo, con un progetto nuovo, “nostrano”, con un gruppo composto prevalentemente da giovani, da far crescere e maturare con i colori del Codevigo addosso.

Come accennato, il fiore all’occhiello dell’U.S. Codevigo è proprio il Settore Giovanile. Possono vantare di ben 8 categorie: la squadra juniores (attualmente 4^ nel suo campionato), gli allievi (anch’essi attualmente in 4^ posizione), i giovanissimi, esordienti 2003, esordienti 2004/2005, pulcini 2006/2007, piccoli amici 2008 e piccoli amici 2009/2010. Una “splendida famiglia”, che si sta facendo valere in tutti i campionati, e che è già pronta ad affrontare i prossimi tornei quali il memorial “A. Erle” (riservato ai piccoli amici 2008), il memorial “R. Rocco” (pulcini 2006/2007), memorial “F. Destro” (piccoli amici 2009/2010) ed il trofeo “B. Ponchio” (esordienti a 9). Meritano anche di essere evidenziate le molteplici collaborazioni con società più blasonate, tra quali spicca il nome del Calcio Padova. Inoltre, l’U.S. Codevigo sta già preparando in questi mesi l’attività del centro estivo che inizierà alla fine dell’anno scolastico in corso, affidato ad uno staff di ragazzi e ragazze sempre nell’orbita della società, ma con conoscenze e competenze che vanno anche oltre l’ambito calcistico (vi fanno parte infatti educatori, animatori dell’azione cattolica ed istruttori sportivi). Una vera e propria “chicca” è stato inoltre l’utilizzo da gennaio 2016 del sistema gestionale “You Coach”. Ci spiega il responsabile del settore giovanile Rossano Spinello: “E’ un sistema a disposizione degli allenatori per preparare gli allenamenti con una miriade di esercizi, suddivisi per tipologia e difficoltà, che aiuta a gestire la squadra monitorando presenze, infortuni e crescita tecnica giocatore per giocatore”.

Aggiunge ancora: “In questo modo risulta più facile anche per me osservare i lavoro svolti, e tenere sotto controllo tutto l’andamento tecnico e gestionale del settore giovanile”. Questo a dimostrare che le grandi squadre, le grandi società, si vedono dai dettagli, dalla cura dei particolari. Infine una nota particolare va fatta anche per l’impegno nel sociale dell’U.S. Codevigo, anche fuori dal campo. Infatti durante la festa di Natale, grazie alla solidarietà dimostrata dai suoi tesserati, la società ha potuto contribuire economicamente all’attività nel continente africano delle associazioni di volontariato “Medici con l’Africa CUAMM” e “Mary’s School”. Tornando infine a quanto accade “sul campo”, orgoglioso di quanto fatto finora e speranzoso per quanto si farà, parla ancora Rossano spinello:” Le cose stanno proseguendo sotto i migliori auspici, vista la crescita che stanno avendo le squadre. Questo è dovuto ad una lunga serie di fattori, tra i quali anche la forte e continua presenza dei ragazzi agli allenamenti. Ad esempio, nonostante le rose di giovanissimi e allievi fossero molto numerose, abbiamo perso un solo ragazzo su 42 tesserati. Una menzione a parte va fatta anche per le due formazioni esordienti, che pur non avendo rose ampie stanno portando avanti una straordinaria stagione ricca di soddisfazioni. E come non ricordare poi i 2008, la nostra corazzata di piccoli campioncini”.

Andrea Boscolo Cegion

Lascia un commento