Artigiani Rovigo, il guadagno arriva da luglio in poi

artigianiÈ il 29 luglio il Tax Free Day per Rovigo e provincia, ovvero il giorno dopo il quale l’imprenditore artigiano può destinare i suoi guadagni aziendali all’impresa e alla sua famiglia. Lo dice l’osservatorio della Cna secondo cui il peso fiscale complessivo per Rovigo, considerando un’impresa individuale, con cinque dipendenti, 430mila euro di fatturato e 50mila euro di utili, si conferma al 57,5% sotto la media nazionale del 60,9 per cento e, nel Veneto, avanti solo a Venezia (62,1%) e Verona (60,0%).

“La pressione fiscale in Italia – afferma il presidente di Cna Rovigo David Gazzieri – rimane intollerabile (19,4 punti in più della media europea) e fortemente penalizzante per l’attività imprenditoriale. Lo studio ci dice che le condizioni negli ultimi anni sono leggermente migliorate ma il parere delle nostre imprese rimane fortemente critico sull’argomento.”

“La maggior parte degli interventi introdotti con Legge di stabilità del 2016 – commenta il direttore di Cna Rovigo Alessandro Monini – non produrranno effetti sensibili sulle imprese di minore dimensione, se non il beneficio che deriva dal super ammortamento relativamente agli investimenti effettuati in corso d’anno.”

Ma è possibile migliorare il sistema tributario? “Per la CNA Rovigo si può, e si deve – esclama Gazzieri -. Tre le direttrici operative: una più consistente riduzione della pressione fiscale; il capovolgimento della tendenza a trasferire sulle imprese gli oneri dei controlli; l’uso intelligente della leva fiscale per aumentare la domanda interna. E in questa direzione le nostre proposte riguardano il rendere l’Imu sugli immobili strumentali completamente deducibile dal reddito d’impresa; l’introdurre il principio di cassa nella determinazione del reddito delle imprese personali in regime di contabilità semplificata e  infine, l’agevolare il passaggio generazionale delle imprese individuali tramite la completa neutralità fiscale delle cessioni d’azienda, al pari di quanto previsto in caso di conferimenti”.

Giorgia Gay

Lascia un commento