Eco Design Week: nel Parco del Delta del Po la prima edizione

EDW-visualQuattro giorni di eventi, incontri, mostre e workshop dedicati ad un nuovo modo di “disegnare” l’ecosostenibilità: nei prodotti artigianali ed industriali, nell’alimentazione, nell’economia, nel turismo.

Si chiama Eco Design Week, la prima edizione andrà in programma nel Parco del Delta del Po dal 23 al 26 giugno 2016, un evento dedicato al design per l’ambiente in chiave sostenibile. Non soltanto “design” dei prodotti e dei processi, ma anche dei servizi, dei percorsi culturali ed educativi, delle scelte alimentari ed enogastronomiche.

Emblematica in questo senso è la scelta del Parco del Delta del Po come sede dell’evento: un ambiente particolare, dalla delicata biosfera e con uno sviluppo ancora da inventare.  Si tratta forse della prima volta in Italia in cui un parco diventa palcoscenico di un evento culturale dove enti pubblici, associazioni, aziende private ed operatori dei diversi settori affronteranno il tema della valorizzazione dell’ambiente come risorsa per lo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio.

Il design. Tra i tanti eventi legati al tema, segnaliamo: il meeting sull’Eco Design, condotto da Marco Cappellini con la partecipazione di IUAV, Università di Ferrara e ADI; il meeting “Costruire con il legno”, condotto dal Centro Studi di Federlegno Arredo (e sostenutom dall’Azienda Zennaro Giuseppe Legnami); “Casa Clima Network”, il workshop sull’efficienza energetica (con attribuzione di crediti formativi); l’esposizione “Progetti e prodotti di eco design”, nella quale 20 oggetti particolarmente significativi, prodotti da industria e artigianato ecosensibili, saranno affiancati da progetti sulla mobilità sostenibile di IUAV e Università di Ferrara;

Il food. Oltre alla mostra dell’UNESCO, “Behind Food Sustainability”, ricordiamo: il meeting Slow Food sulla valorizzazione della biodiversità; l’Eco Menù, un protocollo sviluppato con la sapiente regia di Slow food e messo in pratica dai migliori ristoratori del territorio del Delta del Po; la mostra “Dalla terra alla tavola”, organizzata dalla IUAV di Venezia, con progetti di infografica che illustrano i prodotti tipici del territorio; la Mensa e bar Sostenibile realizzata dall’associazione Più Informa all’interno dell’Eco Design Forum; “La cozza DOP della Sacca di Scardovari”, percorso che segue passo passo, dalla produzione alla degustazione, l’unico mollusco DOP italiano.

L’economia. Il meeting “Green Economy”, nel quale si analizzerà un modello teorico di sviluppo economico che oltre al profitto delle aziende considera l’impatto ambientale dell’intero ciclo di produzione; “Le idee delle aziende”, incontri con imprenditori e designer con esperienze concrete di prodotti, servizi, processi di produzione basati sulla ecosostenibilità; il meeting “Nuove leggi reati ambientali”, con l’analisi del nuovo assetto della disciplina penale in tema di reati ambientali: iniziative e temi diversi, ma accomunati da una visione che attribuisce all’am-
biente il medesimo status dei più tradizionali valori industriali, quali il profitto e la qualità.

Il turismo. Vengono proposte 12 esperienze naturalistiche sostenibili, che vanno dalla navigazione a vela alla canoa, dal bird watching ai concerti galleggianti, dalla pesca tradizionale alle escursioni in bicicletta. Tra i diversi “Eco Tours” ne segnaliamo due particolarmente originali: l’alba di pesca tra la Sacca e la foce del Po e l’escursione in canoa alla scoperta della “Tamisiana Repubblica di Bosgattia”.

Lascia un commento