Eco Design Week: nel Parco del Delta del Po la prima edizione

Parco delta del PoDal 23 al 26 giugno si svolgerà nel Parco del Delta del Po la prima edizione di Eco Design Week: una manifestazione che si affaccia con uno spirito originale e nuovo nell’arena degli eventi italiani dedicati al design. In primo luogo per l’interazione tra design ed ambiente, raramente affrontata in modo tanto approfondito e diretto. Ma anche per l’interpretazione particolarmente ampia che viene data a questa interazione: non soltanto “design” dei prodotti e dei processi, ma anche dei servizi, dei percorsi culturali ed educativi, delle scelte alimentari ed enogastronomiche, fino al disegno di un’interazione quotidiana e profonda con il territorio.

“Emblematica in questo senso è la scelta del Parco del Delta del Po – spiegano gli organizzatori -: un ambiente particolare, dalla delicata biosfera e con uno sviluppo ancora da inventare, che proprio pochi mesi fa ha ottenuto il riconoscimento di area MaB Unesco”. Per la prima volta in Italia e probabilmente in Europa, un parco naturale sarà dunque il palcoscenico di un evento culturale dove enti pubblici, associazioni, aziende private e operatori dei diversi settori affronteranno il tema della valorizzazione dell’ambiente come risorsa per lo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio.

Proprio dall’Unesco arriva il primo entusiasta sostegno alla manifestazione, con la presentazione della mostra “Behind Food Sustainability” e con la partecipazione diretta di Philippe Pypaert, rappresentante dell’Ufficio europeo Unesco in Italia: “Eco Design Week sarà nel 2016 il primo importante evento che persegue nel territorio il percorso tracciato dal MaB Unesco” sottolinea.

In una settimana densa di avvenimenti, sono quattro i temi principali attorno ai quali ruoteranno le iniziative.

Il design. Tanti gli eventi legati a questo tema, tra cui il meeting sull’Eco Design condotto da Marco Cappellini con la partecipazione di Iuav, Università di Ferrara e Adi; il meeting “Costruire con il legno”, condotto dal Centro Studi di Federlegno Arredo; “Casa Clima Network”, il workshop sull’efficienza energetica (con crediti formativi); l’esposizione “Progetti e prodotti di eco design”, nella quale 20 oggetti particolarmente significativi, prodotti da industria e artigianato ecosensibili, saranno affiancati da progetti sulla mobilità sostenibile di Iuav e Università di Ferrara e poi tre aperitivi/incontri con importanti designer.

Il food. Anche in questo ambito molte iniziative: il meeting Slow Food sulla valorizzazione della biodiversità; l’Eco Menù, un protocollo sviluppato con la regia di Slow food e messo in pratica dai migliori ristoratori del territorio del Delta del Po; la mostra “Dalla terra alla tavola”, organizzata dalla Iuav, con progetti di infografica che illustrano i prodotti tipici del territorio; la Mensa e bar Sostenibile realizzata dall’associazione “Più Informa” all’interno dell’Eco Design Forum; “La cozza DOP della Sacca di Scardovari”, percorso che segue passo passo, dalla produzione alla degustazione, l’unico mollusco DOP italiano.

L’economia. Tra gli eventi, il meeting “Green Economy”, nel quale si analizzerà un modello teorico di sviluppo economico che oltre al profitto delle aziende considera l’impatto ambientale dell’intero ciclo di produzione; “Le idee delle aziende”, incontri con imprenditori e designer con esperienze concrete di prodotti, servizi, processi di produzione basati sulla ecosostenibilità; il meeting “Nuove leggi reati ambientali”, con l’analisi del nuovo assetto della disciplina penale in tema di reati ambientali: iniziative e temi diversi, ma accomunati da una visione che attribuisce all’am- biente il medesimo status dei più tradizionali valori industriali, quali il profitto e la qualità.

Il turismo. Eco Design Week ha coinvolto i principali operatori turistici del Delta del Po per offrire 12 esperienze naturalistiche sostenibili, che vanno dalla navigazione a vela alla canoa, dal bird watching ai concerti galleggianti, dalla pesca tradizionale alle escursioni in bicicletta. Tra i diversi “Eco Tours”, due particolarmente originali: l’alba di pesca tra la Sacca e la foce del Po e l’escursione in canoa alla scoperta della “Tamisiana Repubblica di Bosgattia”.

Spazi saranno dedicati anche ai bambini, con progetti e laboratori come “Le forme della natura” e “Oggi coltivo io”.

Eco Design Week è un’idea dell’agenzia Vassalli Associati, sposata dal Comitato Promotore dell’evento composto da associazioni ambientaliste e culturali del territorio, come Wwf Rovigo, Legambiente Adria – Delta del Po, Terra e Libertà, Network Casa Clima, Padova Rovigo Venezia, Le Dune, Città Invisibili, ASD Circolo Vela Velare Catamarano Playtime, REM e sito remweb.it. Capofila del Comitato Promotore è l’associazione In Villa Angeli. Oltre ai patrocini di Regione Veneto, Camera di Commercio di Venezia e Rovigo Delta Lagunare, Ente Parco Delta del Po del Veneto, Fondazione Ca’ Vendramin, Provincia di Rovigo e di tutti i Comuni del Delta del Po, sono ben 50 i soggetti economici che stanno dando il loro supporto al progetto.

Il programma è tuttora in evoluzione e consultabile nel sito www.ecodesignweek.it

Lascia un commento