Elezioni ad Adria: Zaia per Bobo

luca zaia adria massimo barbujani_03E’ tornato ad Adria a distanza esatta di 5 anni il governatore del Veneto Luca Zaia, a sostegno della candidatura a sindaco di Massimo Barbujani che ha l’appoggio della Lega Nord Liga Veneta.

“Noi ci siamo, la Regione è al fianco di Massimo Barbujani come candidato sindaco di centrodestra ad Adria – ha detto Zaia – nessuna incertezza, pancia a terra e via a lavorare. L’abbiamo dimostrato anche ieri quando proprio al mio assessore, il “vostro” Cristiano Corazzari, ho comunicato la volontà della Regione di finanziare la mostra relativa alla Cina che avete qui in città. Massimo Barbujani per noi non è una incognita, è un punto saldo della buona amministrazione pubblica”.

Non sono mancati riferimenti all’attualità veneta, in primis l’immigrazione: “I nostri sindaci dicono No all’accoglienza indiscriminata di presunti profughi: 517.000 sono in Veneto, oltre due terzi dopo un anno non vengono riconosciuti come rifugiati e fanno ricorso al Ministero dell’Interno, il terzo che resta viene scaricato in strada perchè non vale più i 35 euro al giorno. E questa secondo voi è la solidarietà? Se si vuole aiutare i migranti si devono organizzare campi di prima accoglienza nei loro Paesi, gestiti dalla comunità internazionale e dopo averli curati e identificati dobbiamo garantire un corridoio assistenziale privilegiato per chi ne ha veramente bisogno, così facendo potremo lasciare i nostri sindaci sul territorio amministrare con coscienza e capacità”.

Quindi, un affondo sulla sicurezza: “Chi accusa la Lega di essere un partito di pistoleri che porta avanti la difesa fai da te dimostra l’assoluta ignoranza dell’origine della nostra proposta di Legge che trae origine dalla Costituzione francese. In Francia alla legittima difesa è dedicata una Legge molto semplice: se a casa nostra entra, o troviamo al nostro rientro, una persona che non ha suonato il campanello, che non conosciamo, che non ha chiesto il permesso, che non si capisce cosa voglia fare, si presume che questa persona sia intenzionata a delinquere e pertanto il proprietario o l’occupante è legittimato alla difesa della sua proprietà, della sua persona e dei suoi cari”.

Infine, un assist a Bobo: “Abbiamo bisogno di sindaci come Massimo, a lui chiedo una cosa solo: il giorno dopo le elezioni, quando sarai di nuovo sindaco, ricordati di essere sindaco di tutti, non solo della parte che ti ha sostenuto. A quelli dico invece: correte fino alle 23 di domenica 5 giungno perchè non bisogna mai abbassare la guardia”.

Lascia un commento