Elezioni Adria, Barbierato: “Ripartiremo da ambiente e cultura”

omar barbierato“Costruiamo Insieme il Fu- turo!” Il motto della lista “Impegno per il Bene Comune” del candidato sindaco Omar Barbierato si può riassumere in questo slogan, articolato in “dialogo, partecipazione e competenze”. Insegnante di ruolo in un istituto tecnico, 40 anni, è laureato in ingegneria elettronica e diplomato in chitarra classica. Barbierato è tra i fondatori dell’associazione culturale Akcademia nonchè portavoce e primo attivista del Comitato per la Salute del Delta 2012, che ha raccolto ben 3 mila firme per la salvaguardia di servizi sociosanitari.

“Proponiamo di ripartire da ambiente e cultura – annuncia Barbierato – con un corso universitario legato al nostro territorio, un piano del turismo e la realizzazione di un’oasi, un piano del verde che salvaguardi il nostro ambiente e la trasformazione in aree verdi di tutte le aree pubbliche rese edificabili da quest’amministrazione”. “Intendiamo istituire i comitati di quartiere e di frazione – continua –, il baratto amministrativo e un preciso incarico per lo sviluppo delle frazioni per assicurare i fondi per i paesi in questi anni trascurati”. Barbierato propone il bilancio partecipato e “la formazione di personale che possa seguire i bandi europei e regionali e che sappia promuovere il nostro territorio e raccontarlo ai turisti che vogliamo attirare”.

Tra gli obiettivi anche il “completamento della Transpolesana nel suo progetto originale e non come autostrada”, così “una pianificazione e programmazione del teatro quale luogo degli adriesi e del Delta”. Il candidato propone collaborazioni e convenzioni con il conserva- torio e punta a una “maggior sicurezza sul territorio a parti- re dalle strade, illuminazione, segnaletica, telesorveglianza, nonché un miglior coordina- mento delle forze dell’ordine e decoro urbano”.
“Puntiamo a un rapporto di collaborazione vero e rispettoso di ruoli e competenze con i di- pendenti comunali – conclude
– eliminando premi a pioggia ai dirigenti e rivedendo l’organizzazione interna per migliorare la produttività e creare quel cli- ma di serenità che è mancato in questi anni”.

Lascia un commento