Elezioni Chioggia, Barbara Penzo e il suo laboratorio di buona politica

Foto Barbara PenzoLa candidata della coalizione di centrosinistra, Barbara Penzo, sostenuta dal Pd e da due civiche, ha basato la sua campagna elettorale sul rinnovamento e sulla costruzione di un programma partecipato e condiviso con i cittadini. Le liste che sostengono la Penzo sono tre: il Partito Democratico, il Movimento civico Barbara Penzo Sindaco e Chioggia Popolare. La coalizione unisce gli elettori che si identificano nei valori riformisti, progressisti e moderati.

“Ho deciso di candidarmi – spiega – perché voglio impedire che Chioggia cada nel baratro dell’indifferenza e della cattiva amministrazione. La politica, per me, significa valori, programmi, condivisione; cioè mettere le persone al primo posto. È mio intento, attraverso pratiche partecipative, coinvolgere il cittadino nella gestione della cosa pubblica e rilanciare così, insieme, un progetto di sviluppo per la nostra città. La grande sfida è quella di far diventare Chioggia un laboratorio di buone pratiche e buona politica. Ciò si può fare solo perseguendo un dialogo costante con le associazioni, il mondo del volontariato, le forze economiche e sociali, nonché con il mondo culturale”.

Il programma della candidata di centrosinistra, frutto di una serie di incontri con i cittadini, verte su tre punti cardine: difesa dei diritti, attacco alla cattiva burocrazia e rilancio economico e sociale della città.

“Da sindaco – continua Barbara Penzo – mi impegnerò, anzitutto, per sostenere l’edilizia, il turismo, la pesca, la portualità e per favorire un nuovo welfare che rimuova ogni tipo di disagio sociale, promuovendo così la centralità della persona. È prioritario valorizzare e difendere spazi ed aree pubbliche, con l’attivazione della videosorveglianza negli angoli più a rischio. Sul fronte dell’occupazione ritengo indispensabile ridare lavoro a chi l’ha perso, guardando in particolar modo ai giovani.

Per quanto riguarda viabilità e mobilità, il mio impegno è quello di garantire bassi livelli di inquinamento veicolare, valorizzando il trasporto pubblico e la rete ciclabile e predisponendo nuovi parcheggi scambiatori. Ritengo inoltre di vitale importanza sostenere, a tutti i livelli, la radicale messa in sicurezza della Romea e un secondo ingresso viario a Sottomarina. Faremo poi ogni sforzo per bloccare l’impianto Gpl in Val Da Rio.

Ogni aspetto  programmatico dovrà però essere costantemente monitorato dai cittadini attraverso incontri periodici con la Giunta Comunale”.

Le tre liste, oltre ad essere composte da persone giovani, hanno una significativa presenza femminile, “a dimostrazione di un importante passo in avanti della mentalità della classe politica chioggiotta”.

Lascia un commento