Elezioni Este, Zaramella e le proposte di “Este sicura”

zaramella esteEste Sicura è la civica guidata da Carlo Zaramella, una delle vere scommesse di questa campagna elettorale. Consigliere comunale di minoranza uscente, 38 anni, sposato, lavoratore dell’apparato pubblico, Zaramella era stato eletto nel 2011 in consiglio comunale con la Lega Nord.
L’anno scorso l’esponente padano, tra i più attivi nell’assemblea comunale, ha salutato il partito padano per fondare una sezione tosiana nell’assemblea atestina. Il trentottenne presenta così la propria candidatura: “Sin da subito abbiamo proposto e rappresentato nelle sedi opportune la necessità di dare vita ad un progetto nuovo con volti nuovi. Il nome Este Sicura spiega bene quello che è il nostro pro- getto: sul tema della sicurezza siamo culturalmente diversi dal centrosinistra, ma vogliamo an- che portare avanti il concetto che la città che si cura dalla crisi economica che l’ha colpita e da un certa politica locale vista e subita fino ad oggi”.

Tra i paletti già messi da Zaramella e la sua lista ci sono l’uscita dal Consorzio Padova Sud, il taglio dei costi della pubblica amministrazione e della politica locale, una nuova impostazione dei servizi sociali.

Accanto a Zaramella ci sono il collega in consiglio Enrico Zovi, il sindacalista Uil Michele Magrini, l’ex vicesindaco di Villa Estense Gianni Slanzi, oltre a nomi come quello di Andrea Fulici, Alberto Moro, Enrico Morsiani, Simona Guzzo, Valentina Verducci e Fabio Camilloni.

Il simbolo della civica riporta i colori giallo e rosso, propri dello stemma di Este, e la scritta “Este sicura”: “Quel “sicura”, come già anticipato, vuole evidenziare più significati: non soltanto sicurezza materiale, ma anche sociale”. (n.c.)

Lascia un commento