Inaugurata Verona Legend Cars: anche domani porte aperte agli appassionati

verona legend carsHa aperto in cancelli oggi – e resteranno aperti fino a domenica – “Verona Legend Cars “, una grande festa della passione, ma anche un  appuntamento di primo piano per pensare il mondo dell’automotive nel suo  complesso e comprenderne le dinamiche presenti e future.

Sul palco per il taglio del nastro il grande pilota campione del mondo Miki Biasion, il sindaco Flavio Tosi, , l’organizzatore Mario Carlo Baccaglini, il Presidente di Verona Fiere Maurizio Danese, il vice presidente della provincia di Verona Andrea Sardelli e il consigliere della commissione trasporti regione Veneto Andrea Bassi.

Tanti gli appuntamenti per un salone che si consacra come punto di incontro  per l’intera comunità dell’Heritage: per vedere, esporre, confrontarsi.  Ai modelli più belli – mostre Touring; Museo Nicolis, Lamborghini Miura e  Lancia –; ai 7 raduni internazionali, sfilate e prove di regolarità, si affianca la  cultura e l’attualità dell’auto.

Auto in mostra ma non solo: la fiera di Verona offre anche diversi momenti di approfondimento. Come l’incontro #ForumAutomotive che si svolgerà domani, sabato 14 maggio, dalle 10:00 alle 13:00: Pierluigi Bonora – responsabile motori de Il  Giornale –modererà l’intervento del presidente ASI Roberto Loi e del  coordinatore dell’ufficio studi CGIA di Mestre Paolo Zabeo. Oggetto  dell’incontro: la reazione a catena tra fisco, auto e passione. Partendo dai dati,  quali sono gli effetti della fiscalità sulla passione e sul mercato dell’auto in  Italia?

Parallelamente lo stand Aci si conferma il salotto culturale di Verona Legend  Cars. Domani, alle 11:00, CNA  annuncia il nuovo “Villaggio del Restauro” con le testimonianze degli artigiani che  stanno conquistando il primato del made in Italy in Europa; sempre sabato, alle  12:00, l’intervento di Cesare De Agostini che anticipa il suo prossimo libro:  “Nuvolari, lui”.  È quest’ultima una delle iniziative della neonata Scuderia Tazio Nuvolari  Italia che ha scelto proprio il salone di Verona per il suo debutto. Dedicata a  quello che Ferdinand Porsche definì “Il più grande pilota del passato, del  presente e del futuro”, l’obiettivo della Scuderia, con base a Mantova, è  mantenere viva in Italia e in Europa la leggenda di Tazio Nuvolari che era – in  pochi lo sanno – anche un grande fotografo. Lo strumento è la  partecipazione attiva alle gare e agli eventi ed un innovativo format espositivo  installato nei circuiti che hanno visto le imprese del pilota italiano.  A Verona Legend Cars lo stand, ospitato nello spazio ACI, è in pieno Nuvolari-  style. Il giallo della sua maglia e l’azzurro faranno da sfondo a fotografie e  filmati della sua carriera. Nello spazio espositivo anche una Bugatti 37 e una  Bianchi 350 sport del ’27: il modello di moto sulla quale Nuvolari tagliava il  traguardo.

Lascia un commento