Cavarzere, il ponte di Boscochiaro pronto a fine mese

ponte BoscochiaroSono in via di conclusione i lavori per rendere operativo il ponte di Boscochiaro. La struttura verrà “varata”, cioè posizionata, a fine maggio e questo consentirà la riapertura temporanea del ponte vecchio, finalmente liberato dal cantiere. È stata inoltre definita la viabilità circostante.

La struttura del ponte non è stata costruita a Cavarzere ma nei capannoni della ditta “Zara metalmeccanica” di Dolo, che nelle ultime settimane ha assemblato i pezzi a Boscochiaro. È stato così possibile dare un’accelerazione dei lavori, rimasti per un periodo bloccati a causa della rinuncia da parte della prima ditta vincitrice dell’appalto. Lo scorso 11 aprile il cantiere è passato ufficialmente in carico alla seconda ditta, che ha portato a compimento l’opera. Segno, secondo l’amministrazione comunale, dell’assenza di errori progettuali, al contrario di quanto sostenuto dalla ditta rinunciataria. L’opera conta su un finanziamento ministeriale di un milione e trecentomila euro per la realizzazione del ponte e di altri 400mila euro per le opere complementari

Nel frattempo sono partiti i lavori per la rampa di Rottanova, che si concluderanno per metà luglio.  Il trasferimento delle condotte è completato ed è iniziata la fase di inserimento delle palancole. I lavori sulla rampa, che permette di raggiungere il cimitero, hanno subito un intoppo dopo che la Regione lo scorso anno aveva promesso un finanziamento di 100mila euro poi ritirato. Una mossa che l’amministrazione di Cavarzere bolla come promessa elettorale non mantenuta da parte di Palazzo Balbi. Il mancato finanziamento ha reso necessario il reperimento di fondi comunali per avviare i lavori (il costo complessivo è di 170 mila euro), anche perchè l’opera era ormai irrimandabile: la rampa era già stata chiusa al traffico pesante, ma per problemi di stabilità è stato necessario in seguito interdirla totalmente al traffico, con notevoli disagi per la cittadinanza.

G.G.

Lascia un commento