Lusia, torneo di calcio per raccogliere fondi a sostegno della ricerca sulla sclerosi

aism partita 1E’ stata un grande successo l’iniziativa “Diamo un calcio alla sclerosi multipla”, che si è svolta sabato 25 giugno a Lusia, presso il Centro Parrocchiale papa Giovanni XXIII.

Decine di persone hanno preso parte al torneo di calcio a scopo benefico, per raccogliere fondi a favore delle attività della sezione rodigina dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

Ben otto squadre si sono confrontate sul campo di calcetto, accompagnate da bordo campo dal pubblico. Moltissimi i giovani che hanno preso parte all’evento. Presenti anche i giovani della scuola musicale “Ermanno Wolf Ferrari” e dei gruppi Atticrew e The rejects, che si sono esibiti la sera, oltre naturalmente ai ragazzi del gruppo Aism young di Rovigo.

Dopo i saluti del Presidente della sezione provinciale Aism di Rovigo, Carlo Castrignanò, del Sindaco di Lusia e del parroco, è iniziata la premiazione dei vincitori del torneo, per poi radunarsi tutti nei pressi di uno stand allestito per l’occasione e cenare insieme. Sul palco, intanto, si sono succeduti i musicisti della scuola Wolf Ferrari, dei due gruppi rock Atticrew e The rejects oltre ai giovani del gruppo “Oltre la sclerosi multipla”, che hanno voluto partecipare direttamente all’evento dedicato alla sezione AISM di Rovigo, non solo contribuendo all’organizzazione della serata, ma anche raccontando di sé e presentando un piccolo sketch che ha catturato l’attenzione del pubblico attento e divertito.

Il gruppo giovani “Oltre la sclerosi multipla” è nato nell’aprile 2014 dall’incontro di ragazzi e di ragazze malati di sclerosi multipla, desiderosi di confrontarsi e di condividere sensazioni, sentimenti, paure, obiettivi ed esperienze. Opera all’interno e a sostegno della sezione Aism di Rvigo, che dal 1987, anno della sua nascita, promuove raccolte fondi e attività di sostegno concreto a favore di persone con questa patologia, quali il trasporto e attività di socializzazione.
La sclerosi multipla è una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale. Insorge in genere in giovane età e colpisce per due terzi donne. Si contano circa 75 mila malati in Italia e circa 400 in Polesine.

Lascia un commento