Due Carrare: mezzo milione per sistemare le scuole

Nei mesi estivi le scuole carraresi saranno oggetto di varie opere, finanziate con risorse proprie dell’ente e fondi sovracomunali. “In attuazione della Legge di Stabilità 2016 – precisa l’assessore al bilancio Gino Favero – siamo riusciti a ottenere l’autorizzazione a usare fino a 498.100 euro di avanzo di amministrazione, altrimenti inutilizzabile per le note regole della Finanza pubblica, per finanziare i lavori sugli edifici scolastici”. L’intervento più rilevante, programmato prima dell’insediamento della giunta Moro, riguarda il miglioramento dell’efficienza energetica della scuola media. “I lavori inizieranno in giugno e saranno concentrati nell’ala della segreteria e nel piano sottostante, con la sistemazione del tetto, delle finestre e delle aule speciali – spiega l’assessora alla Scuola, Serena Gazzabin – Provvederemo, inoltre, a sistemare l’ingresso principale e la piccola palestra al piano superiore. L’importo complessivo è di circa 890.000 euro, dei quali 750.000 finanziati dalla Regione: a carico del nostro bilancio rimangono circa 140.000 euro, il che ci permette di destinare circa 350.000 euro di avanzo per gli altri interventi”.
Nella scuola primaria di Terradura sarà realizzata la copertura del percorso che va dal cancelletto all’ingresso dell’edificio, saranno posizionate le rastrelliere per le biciclette e installato un prefabbricato con funzione di spogliatoi per la palestra. Nella scuola primaria di Cornegliana saranno rifatti i bagni con la sostituzione dei sanitari e realizzata una rampa per l’accesso alla sala mensa, sostituite le porte delle aule, abbassato il soffitto dell’atrio. Tutti i termosifoni della scuola saranno dotati di valvole termostatiche.
Nella scuola primaria del capoluogo sarà sistemato il parcheggio vicino al plesso. Infine è previsto di dotare tutti i plessi scolastici di sistema di allarme antiintrusione. “Tutti questi interventi, necessari da tempo, sono di realizzazione relativamente rapida – commenta il sindaco Davide Moro – contiamo che possano essere iniziati e finiti nei mesi estivi. Una volta perfezionate le procedure di affidamento, se possibile, penseremo a ulteriori interventi per tentare di approfittare di tutti gli spazi finanziari a nostra disposizione”..

Francesco Sturaro

Lascia un commento