La cooperativa Emmanuel di Cavarzere festeggia 20 anni

festa emmnuelCompie vent’anni tondi tondi la cooperativa Emmanuel di Cavarzere, che lo scorso maggio ha festeggiato in grande questo importante compleanno. Vent’anni di solidarietà, di impegno per il prossimo, di passione e dedizione.
“La nostra storia inizia nel 1986 quando, in occasione della missione francescana organizzata dalla parrocchia di S. Mauro a Cavarzere, un gruppo di giovani ha sentito il desiderio di stringere amicizia con persone che a causa della loro disabilità erano spesso sole”. Così, nel sito internet la cooperativa racconta l’inizio di questa avventura: “Nacque così il gruppo Emmanuel, un gruppo di ragazzi che offriva occasioni di socializzazione e di integrazione a persone disabili di Cavarzere”.
Da questa esperienza, di puro volontariato, è maturata la consapevolezza della necessità di un intervento più strutturato e organizzato, data l’assenza nel territorio di servizi rivolti all’handicap adulto. Dopo vari incontri, ai quali hanno partecipato attivamente anche un gruppo di genitori, si è arrivati alla decisione di costituire una cooperativa sociale che potesse lavorare in loco per affrontare direttamente i problemi relativi alla disabilità e contribuire attivamente a far crescere la cultura della solidarietà.
La cooperativa ha iniziato gestendo un centro occupazionale nei locali dell’ex scuola San Giuseppe con l’accoglienza di undici ragazzi di Cavarzere. Con il tempo e grazie a una visione imprenditoriale, nel tentativo di rispondere alle esigenze reali del territorio, la cooperativa si è spostata nella zona artigianale all’interno di un capannone in affitto. Negli anni successivi l’Emmanuel ha inciso in modo determinante nella realizzazione di servizi autorizzati e accreditati del territorio dell’intera Ulss 14 di Chioggia e Cavarzere.
Attualmente conta circa 2500 mq di servizi alla persona solo all’interno del Comune di Cavarzere ed è presente anche con servizi diurni e residenziali ad Adria, Taglio di Po e Chioggia per un totale di circa 115 persone inserite nei propri servizi e 77 lavoratori tra soci e dipendenti.
“Oggi quando parliamo di Emmanuel per Cavarzere stiamo sicuramente parlando di impresa reale – fa sapere la cooperativa – non solo in termini di servizi ma anche di occupazione lavorativa. Questa è l’occasione per ringraziare tutti coloro che anche solo nelle loro preghiere l’Emmanuel è stata presente”.
Per il futuro l’Emmanuel ha già nuovi, grandi progetti, come “La fabbrica dello zucchero”, che sarà “un laboratorio di psicomotricità con equipe multiprofessionale dove i ragazzi possono sperimentarsi” spiega Erika Giorio, referente dell’area minori. Sarà rivolto ai bambini che necessitano di interventi di neuropsicomotricità o di laboratori educativi, per compensare difficoltà di vario genere dell’età evolutiva.
Giorgia Gay

Lascia un commento