Maria Luisa Coppola: “La mia nuova vita… ai fornelli”

isi coppola“L’unico modo per fare un gran bel lavoro, è amare quello che fate!”. Il pensiero del noto informatico e imprenditore statunitense Steve Jobs è il motto di Maria Luisa “Isi” Coppola, 15 anni come assessore regionale e oggi inarrestabile fucina di idee e progetti. Dopo il diploma di maturità linguistica a Vicenza e il percorso universitario della Scuola Interpreti di Trieste, Isi è stata responsabile commerciale per l’estero in diverse aziende italiane per poi intraprendere dal 1997 una ammirevole carriera politica, prima come assessore comunale poi come assessore regionale per ben tre legislature.
Questa intervista inizia gustando un dolce preparato per l’occasione e che ha chiosato con successo una serata di IsiCooking al noto ristorante Hostaria Hospital. “IsiCooking è nato grazie a Delta Radio, dopo la decennale trasmissione 100%ISI nella quale ogni settimana parlavo di un argomento diverso – racconta – dalla moda alla cultura, dalla cucina alla musica, dal lavoro alle curiosità. Con l’editore Cristiano Curri si è pensato di dedicare la trasmissione alla sola gastronomia ed è nata l’idea di IsiCooking, sapendo individuare la passione del pubblico per il cibo, forse ben prima di un programma come Masterchef”.
Dall’estate scorsa collabora con Massimo Barbin dell’Hostaria Hospital, proponendo delle serate a tema ogni secondo giovedì del mese, da ottobre a maggio e tutte le serate sono sempre overbooked. “È un’esperienza di grande formazione perché, non essendo una chef professionista, posso lavorare come uno chef bravo come Mirko e un souschef come Daniele, giovanissimo ma di grande entusiasmo – spiega – e le ricette che realizziamo insieme con una grande armonia e con tanta serenità in cucina, provengono per la maggior parte dal mio’libro’ di famiglia”.
Isi infatti racconta di aver avuto in famiglia “due ispiratori eccezionali: una mamma con una straordinaria cucina mediterranea e un papà un po’ particolare con una cucina che oggi si direbbe fusion”.
Il prossimo autunno inizierà il terzo livello Ais, il corso finale dell’associazione italiana sommelier, e per Natale potrebbe quindi diventare sommelier a tutti gli effetti. “È solo l’inizio adesso, ho passato i primi due corsi e due esami – conclude – ma ci vuole tutta la vita per conoscere bene un mondo affascinante come quello del vino”.
Ai tanti sostenitori che chiedono se “la Coppola” ha in serbo ancora un proprio progetto politico, magari come amministratrice comunale, placidamente risponde che al momento non vi è alcuna intenzione se non quella di dedicarsi alle sue passioni e di trascorrere del tempo con i figli che studiano e lavorano all’estero. “Nelle prossime settimane prenderà vita una ‘sorpresa’ sul web – annuncia – e, anche se non voglio anticipare nulla, posso dire che ci sto lavorando con un amico ingegnere informatico che ha scelto volontariamente di intraprendere con me questa bella sfida e posso solo confermare che ne vedrete delle belle!”.    Massimiliano Beltrame

Lascia un commento