Monselice, al Cattaneo la tecnologia è di casa

cattaneo1 copiaIl digitale parte dal liceo Cattaneo. Grazie all’impegno dell’animatore digitale, il professor Alfonso D’Ambrosio, la scuola monselicense sta diventando un esempio per tutto il territorio. Tanto da organizzare un convegno a cui hanno partecipato diverse realtà insieme agli studenti del Liceo. In pieno stile digital, alcuni interventi si sono tenuti in video conferenza con esperti da tutti Italia. I ragazzi del Liceo hanno presentato alcuni loro progetti, tra i quali un’app che racconta la città di Monselice, un mondo virtuale dove condurre esperienze di fisica e altri progetti di robotica con i nuovissimi sistemi elettronici “Arduino”. “Negli ultimi anni tutta l’innovazione nella scuola è stata affidata a poche persone – ha spiegato il prof D’Ambrosio – per lo più appassionati che hanno sperimentato nuove metodologie didattiche, accompagnate da tecnologie all’avanguardia. Questo significa più fondi alle scuole che investono nell’innovazione, creando delle figure ad hoc come l’animatore digitale e il suo team per l’innovazione”. D’Ambrosio ha messo in campo un proficuo gruppo di ragazzi interessati al digitale tanto da riuscire ad avviare progetti avanzati. Da ultimo un corso sui sistemi Arduino che ha beneficiato anche del finanziamento dell’assessorato alle politiche giovanili di Monselice. “Digitale non vuol dire solo strumenti come Lim (lavagne interattive) o tablet – ha continuato l’animatore digitale – vuol dire un cambio di paradigma del sistema educativo. La scuola ci ha sempre abituato a ragionare per problemi chiusi, la vita per quelli aperti. Vogliamo preparare i ragazzi per fare una prova di maturità o vogliamo prepararli per la vita?”. Intervenuto il Ceod di Solesino con il quale è stato avviato un progetto per la realizzazione di ausili per disabili a basso costo. Per il futuro si sta già guardando alle stampanti 3d e agli occhialini della realtà virtuale.

Emanuele Masiero

Lascia un commento