Home Padovano Piove di Sacco, Piazzale Caduti di Nassirya sarà recintato di notte

Piove di Sacco, Piazzale Caduti di Nassirya sarà recintato di notte

E’piazza nassirya piove proprio vero che tante volte, per colpa di pochi, a rimetterci è la maggioranza. E che se il buon senso non basta a fare capire le cose, bisogna giocoforza ricorrere a misure drastiche. E’ ciò che accadrà in piazzale Caduti di Nassiriya che sarà recintato e chiuso in orario notturno.
La causa? Gli schiamazzi e la maleducazione di alcuni ragazzini che troppo spesso disturbano la pubblica quiete. L’area è pubblica ma su di essa si affacciano dei complessi residenziali privati che sorgono in pieno centro storico, tra via Barchette e via Peci. Per la posizione un po’ appartata si presta a essere uno spazio di ritrovo per tanti giovanissimi che si danno appuntamento nelle ore serali.
Già nel 2011, in realtà, i residenti avevano chiesto di potere posizionare una recinzione a delimitazione del piazzale per chiuderlo durante la notte ma non c’era stato seguito. Nei mesi scorsi la richiesta è stata nuovamente avanzata al Comune e questa volta l’amministrazione ha seriamente preso in considerazione la situazione e preso atto che le ragioni dei residenti erano prevalenti rispetto all’interesse a garantire l’uso pubblico del portico e del piazzale nelle ore notturne.
“A seguito delle segnalazioni – spiega il sindaco Davide Gianella – più volte sono stati fatti dei controlli con i vigili urbani e richiamato verbalmente coloro che con il loro comportamento non rispettavano le regole del vivere civile. Purtroppo maleducazione e cattive abitudini di tanti nostri ragazzi si sono scontrate con il quieto vivere e con ragioni di sicurezza e ordine pubblico che devono essere garantite”.
Le modalità della chiusura del piazzale saranno regolate da un’apposita convenzione stipulata tra ente comunale e condomini.
Per quanto riguarda gli orari, innanzitutto, piazzale Caduti di Nassiriya chiuderà da mezzanotte sino alle 5.30 di mattina. Ai condomini spetterà il compito di aprire e chiedere i cancelli, la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area, nonché la pulizia e il decoro della stessa.
La regolamentazione è a tempo indeterminato anche se il Comune si riserva in ogni caso la possibilità di revocarla per motivi di interesse pubblico. Un provvedimento del tutto analogo, per modalità e motivazioni, è allo studio per cortile San Martino, sempre nell’ambito del centro storico.

Alessandro Cesarato

Le più lette