Bobo-ter, ecco il consiglio comunale di Adria

Adria_ItalySarà un Bobo-Ter a Palazzo Tassoni. Dopo le vittorie del 2009 e del 2011, anche il ballottaggio del 2016 arride al centrodestra guidato da Massimo Barbujani, che riconquista nettamente Adria grazie al 64,3% (5652 voti totali).
Non riesce la rimonta al centrosinistra del candidato Nicola Zambon, distanziato di oltre venti punti dopo il primo turno: col 35,9% del ballottaggio (3.175 voti totali) dovrà accontentarsi, come da previsioni, della piazza d’onore.
In forte calo l’affluenza, attestatasi al 54,3% dopo il 68% del primo turno: si tratta del dato più basso di sempre registrato nella città etrusca da quando è stata introdotta l’elezione diretta del sindaco.

In virtù di questi risultati (e di quelli del primo turno), va a completarsi il quadro del consiglio comunale. Il centrodestra porta a casa il premio di maggioranza. Questa la composizione dei gruppi: 3 seggi alla Bobosindaco, 2 a Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega Nord, 1 per Adria Civica Frazioni. All’opposizione, con Zambon, 2 esponenti Pd. Due seggi a Impegno per il Bene Comune, 1 al Movimento 5 Stelle.

Ecco gli eletti: Patrizia Osti, Barnaba Busatto e Fabiano Paio (Bobosindaco), Daniele Ceccarello e Giorgia Furlanetto (Fdi), Federico Simoni e David Busson (Fi), Davide Fusaro e Monica Manfrin (Lega), Marco Santarato (Adria Civica). Quindi Nicola Zambon, con Sandro Gino Spinello e Matteo Stoppa (Pd), Omar Barbierato con Roberta Marangoni (Ibc) e Cristina Caniato (M5S).

 

Stefano Chiarelli

Lascia un commento