Campolongo, giunta rosa per il sindaco Zampieri

andrea zampieriUna giunta con tante donne e improntata al cambiamento. Queste le caratteristiche dell’esecutivo che è stato presentato durante il primo consiglio comunale che si è tenuto a Campolongo Maggiore a fine giugno. Un consiglio comunale in cui si è presentato il nuovo sindaco del paese Andrea Zampieri, eletto con una lista di centrodestra. Ecco i componenti della giunta e le loro deleghe. Serena Universi: vice sindaco e protezione civile, ambiente, agricoltura, pari opportunità. Mattia Gastaldi: istruzione, cultura, comunicazione e trasparenza. Cinzia Milani: servizi sociali e politiche familiari. Luca Callegaro: sport, associazioni sportive, sicurezza. Raffaella Gobbi: bilancio ed attività produttive.

Il Sindaco ha voluto tenere per se le deleghe in merito ai lavori pubblici, gestione del personale e affari generali. “I criteri nella formazione della giunta – dichiara Zampieri – li ho voluti prima di tutto condividere con tutti i miei consiglieri. Abbiamo deciso di seguire diversi parametri nel formare la squadra: l’aspetto della territorialità, le preferenze registrate, la pregressa esperienza politica, la presenza di donne: tre donne su cinque assessorati, per dare davvero un bel segnale di pari opportunità”. Poi delle considerazioni politiche. “Come in tutte le giunte – spiega Zampieri – non è stato possibile soddisfare i desideri e le aspirazioni di tutti i consiglieri, nonché le moltissime preferenze accordate dagli elettori. Per questo motivo ci saranno delle deleghe specifiche e mirate anche per i singoli consiglieri perché gli stessi non vengano in consiglio comunale ad alzare la mano, ma siano parte attiva nel territorio, come del resto abbiamo promesso in campagna elettorale.

“Le deleghe per quest’ultimi, seppur già decise, per seguire i giusti tempi istituzionali, saranno comunicate nel prossimo consiglio comunale. Intanto per l’associazionismo, una delega speciale andrà alla consigliera Katia Toson. Il capogruppo di maggioranza sarà invece il giovane avvocato Simone Taschin, eletto dai consiglieri all’unanimità. Da registrare anche le prime dimissioni: il consigliere di minoranza (centrosinistra) Bruno Miotto si è dimesso per incompatibilità con i ruoli dirigenziali che ricopre all’interno di un’associazione locale. Durante il primo consiglio comunale è stata presentato anche il programma elettorale.

 

Alessandro Abbadir

Lascia un commento