Notte Bianca del Delta: ad Adria un successo grandioso

Un inizio col botto: una definizione molto utilizzata nei giorni scorsi, ma che alla prova dei fatti si è rivelata profetica.

La seconda edizione della “Notte Bianca del Delta” – l’evento organizzato e promosso da Give Emotions in collaborazione con il Comune di Adria, AdriaShopping e il contributo di attività commerciali e sponsor – ha fatto davvero centro, attirando come da previsioni svariate migliaia di adriesi e non. (continua di seguito)

Organizzare la manifestazione già il primo venerdì di luglio, come inaugurazione per il classico Adria d’Estate, ha costituito un azzardo in realtà ben studiato: c’erano da celebrare i 25 anni di AdriaShopping e, soprattutto, da soddisfare la voglia di far festa a suon di musica da parte dei giovani soprattutto (la Notte a loro era dedicata) e anche dei meno giovani.

A fare gli onori di casa il sindaco di Adria Massimo Barbujani – alla prima uscita pubblica dopo la riconferma -, che ha effettuato il discorso introduttivo: “Adria d’Estate è oramai diventata una manifestazione di grande successo. All’inizio è stata dura, poi poco a poco siamo cresciuti e abbiamo cominciato a raccogliere quanto seminato. Ora l’abbiamo esportata ovunque e ce la copiano, ma resta e resterà sempre parte integrante della nostra città. Ringrazio e faccio i complimenti ad AdriaShopping e a Give Emotions per l’organizzazione”. E poi, alle 22.15, il taglio del nastro e della torta ha ufficialmente sancito l’avvio dell’estate adriese.

Hanno presenziato il senatore Bartolomeo Amidei, il nuovo Questore di Adria Salvatore Fabio Cilona e, in particolar modo, la Regina Elisabetta II d’Inghilterra, cui è stato affidato l’onore di tagliare il nastro assieme al sindaco dopo il suo arrivo a bordo di una Lancia d’epoca (con volante rigorosamente a destra).

Le migliaia di presenti nelle ore successive hanno potuto davvero sbizzarrirsi, tale era l’offerta: i bambini avevano a loro disposizione l’intero Corso Mazzini, tappezzato di giochi e aree gonfiabili, i cultori della musica sofisticata potevano contare sul concerto Swing di Piazza Cavour, mentre quelli della musica latino americana sull’animazione di Fuego Latino nel Palco Mazzini; agli amanti dell’arte è stata riservata l’apertura straordinaria del Maad e del Museo della Cattedrale, agli appassionati di oggettistica il Mercatino delle Tradizioni Popolari e dell’Artigianato in Riviera Matteotti, ai nostalgici una piattaforma di ballo liscio in Piazza Garibaldi e la musica anni ˋ80 di Alida Group.

E, soprattutto, nulla è mancato ai veri protagonisti della serata, ovvero i giovani. Musica per tutti i gusti: dal sound anni ˋ90 di Daniele Menestrello davanti al Cafè Ripasso, passando per i dj e vocalist presenti presso la Lira e l’ATipico, ce n’era per tutti i gusti.

Ma l’attrazione principale della serata è stato l’#Hashtag Music Festival, con la magistrale performance di Rudeejay e del suo staff di prim’ordine, che hanno fatto ballare e scatenare i giovani fino allo sfinimento.

Insomma, dopo il 18 luglio 2015, anche il 1 luglio 2016 si appresta a passare agli annali come una serata da ricordare con piacere per la città di Adria.

 

Stefano Chiarelli

Lascia un commento