Noventa Padovana, amministrazione Bisato-bis “Tuteleremo il territorio”

noventa 16 cons com 1Debutto della giunta Bisatobis nell’auditorium della scuola media Santini durante il primo Consiglio Comunale post elezioni. Il sindaco Luigi Alessandro BIsato, in qualità anche di presidente del Consiglio, ha moderato la serata presentando dapprima i consiglieri uno ad uno, passando poi alla designazione dei capigruppo: per il gruppo ‘Con Noventa – Bisato sindaco’ è stato individuato Giuseppe Masetto, per il gruppo ‘Giovanna Carraro sindaco’ ridenominato in Consiglio ‘Noventa in buone mani’, la stessa Giovanna Carraro e per il Movimento 5 Stelle Riccardo Celin.

Emozionante il momento che ne è seguito con il sindaco che, indossando la fascia tricolore, ha giurato sulla Costituzione italiana; poi, tutti gli amministratori con il pubblico presente in sala hanno cantato l’inno d’Italia seguendo le note in sottofondo. Il primo cittadino è passato poi ad illustrare gli indirizzi di governo, approvati anche dai consiglieri di maggioranza. Ha ricordato lo stemma di Noventa che contiene al suo interno 3 elementi: le acque, riconducibili ai fiumi Brenta e Piovego che lambiscono la cittadina; villa Giovannelli, segno di riconoscimento del territorio insieme alle altre splendide ville; un timone, a simboleggiare la guida delle acque ma anche di un paese.

Elementi che vengono proposti anche alla cittadinanza sottoforma di programma. Tra gli altri, ha menzionato la tutela del territorio, la realizzazione della Casa della Salute, le energie rinnovabili. Sul fronte sicurezza, l’importanza della videosorveglianza, il rafforzamento del collegamento con la polizia di Stra, il prosieguo della vigilanza notturna e il potenziamento dell’illuminazione pubblica a led. Ha poi messo l’accento sulla necessità di affrontare al meglio il deflusso delle acque meteoriche, oltre all’impegno per il biglietto unico integrato in tema trasporto pubblico. Un accento particolare è stato posto sull’importanza delle relazioni umane e sociali, sulla protezione dei soggetti più fragili e sulla necessità di includere gli stranieri, pur nel rispetto dei diritti e doveri della nostra Costituzione. Parole anche sui fronti di commercio, associazioni e sport. Il sindaco ha concluso il discorso ringraziando i suoi maestri, nella politica e nell’associazionismo, la famiglia e i cittadini tutti. .

Eliana Camporese

Lascia un commento