Rosolina Mare (RO): rissa in discoteca, arrestato turista moldavo

discoteca-2-728x445Ubriachi e molesti in una discoteca di Rosolina Mare (RO), due stranieri aggrediscono i militari intervenuti a seguito delle segnalazioni dei residenti. Nottata movimentata quella consumatasi a Rosolina Mare tra sabato e domenica. Durante i controlli notturni del fine settimana c’è stato anche un intervento nei pressi della discoteca “Riviera” della nota località balneare.

Un gruppo di stranieri dell’Est Europa, molti dei quali ubriachi, erano stati segnalati al numero d’emergenza 112 per condotte moleste nei confronti di alcuni cittadini della zona. Sul posto è intervenuta tempestivamente la pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile di Adria: alla vista dei militari, uno dei giovani, Piotr Mirzac, un 25enne moldavo in questo periodo a Rovigo da parenti per trascorrere le vacanze estive, in evidente stato di agitazione psicomotoria dovuta dall’abuso di alcol, si è scagliato su di loro, aggredendoli fisicamente.

Lo straniero si è poi scagliato anche contro gli addetti alla sicurezza della discoteca, avvicinatisi perché richiamati dal parapiglia. Ad un tratto, anche un altro straniero del gruppo, un 21enne ucraino, si è gettato nella mischia, desistendo subito dopo.

Alla fine, il giovane dopo essere stato immobilizzato ed ammanettato dai Carabinieri, è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, avendo provocato ai militari ferite guaribili rispettivamente in 7 e 8 giorni, nonché per oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità e molestie alle persone.

Informato il PM di turno, l’uomo è stato temporaneamente ristretto nelle camere di sicurezza della caserma di Adria, in attesa dell’udienza di convalida con rito direttissimo svoltosi nella mattinata odierna: il giudice, convalidato l’arresto, ha disposto l’obbligo di firma.

L’altro straniero ucraino, che ha invece avuto un ruolo minore nell’aggressione contro i militari dell’Arma, è stato denunciato a piede libero per concorso di persona in resistenza a pubblico ufficiale. Il 24 luglio, tra l’altro, era il giorno del suo compleanno, motivo probabile dell’abuso di alcol e quindi causa scatenante della violenza provocata.

Lascia un commento