Undici nuovi defibrillatori per il Miranese

FOTO consegna defibrillatori S.M. SalaIl progetto “Sport sicuro” si allarga e, da Mirano e Noale dove è iniziato, si diffonde in altri comuni dell’Ulss 13 come Santa Maria di Sala e Spinea. Questo grazie all’associazione “Cuore Amico”, che lo scorso 9 giugno, a Santa Maria di Sala, ha donato ai comuni interessati altri 11 nuovi defibrillatori, mentre un altro è stato donato dall’associazione “diabetici del Miranese”. Un’iniziativa partita nel 2013 da “Cuore Amico”, con la collaborazione del dipartimento cardiovascolare (la Medicina dello sport e la Cardiologia riabilitativa di Noale) e il dipartimento di emergenza urgenza (Suem) dell’Ulss 13. “Chi decide di praticare sport in questi comuni – ha evidenziato il direttore generale dell’Ulss 13 Giuseppe Dal Ben – può veramente star tranquillo, perché gran parte degli impianti sportivi sono “cardioprotetti”, dotati cioè di defibrillatore ed è stato formato, secondo le linee guida nazionali e internazionali, anche il personale delle società sportive”.

Ad oggi sono quasi 300 i volontari “laici” istruiti alla pratica della rianimazione cardiopolmonare e all’uso del defibrillatore semiautomatico: se qualcuno dovesse essere colto da arresto cardiaco mentre sta praticando sport, o assistendo come spettatore a un evento sportivo, sarà soccorso in maniera adeguata e in tempi celeri, aumentando in tal modo la sua probabilità di sopravvivenza. A ideare il progetto è stata l’associazione “Cuore Amico” del presidente Nicolò Cammarata, aiutata anche dal Rotary club Noale dei Tempesta, che lo scorso anno hanno donato insieme 21 defibrillatori ai sette comuni del Miranese. “Il progetto è un ottimo esempio di prevenzione della morte cardiaca improvvisa – ha concluso Dal Ben – è così che si crea la cosiddetta “catena della sopravvivenza”: più persone non sanitarie si formano a intervenire in situazioni di emergenza, maggiori saranno le probabilità di sopravvivenza di chi viene colto da arresto cardiaco”.

Filippo De Gaspari

Lascia un commento