Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Dolo, battaglia per i soldi dell’Imu di Veneto City

Dolo, battaglia per i soldi dell’Imu di Veneto City

veneto citySarà battaglia legale fra Dolo e Pianiga per l’Imu di Veneto City. Il Comune di Pianiga con il sindaco Massimo Calzavara ha dato incarico ad un legale di fiducia di sistemare la vicenda, chiedendo indietro a Dolo fino a 400 mila euro che secondo lui sono dovuti al suo Comune, e che l’altro ente a suo avviso, avrebbe già incassato l’anno scorso.

A spiegare di cosa si tratta è lo stesso Calzavara che però precisa: finora i soldi non sono stati messi a bilancio per non creare un danno erariale all’ente. Richieste di chiarimenti erano arrivate anche dalle opposizioni. “Tutto parte – spiega Calzavara – dall’accordo di programma che i due comuni hanno firmato nel 2011. Si tratta di un accordo che prevedeva che nell’area in cui doveva sorgere Veneto City, il mega centro direzionale del Veneto (di fatto poi tramontato), il 20 per cento dell’Imu e degli oneri di urbanizzazione relativi a Dolo, dovessero andare a Pianiga come compensazione per l’utilizzo dell’area”.

Ma i due comuni rivieraschi confinanti sono su posizioni avverse. Se da un lato infatti Pianiga che ritiene che la firma dell’accordo comporti effetti immediati, da parte sua invece il Comune Dolo con il sindaco Alberto Polo ritiene che, visto che ad ora non sono an- cora partiti i lavori, non siano reali gli effetti dell’accordo. “A mio avviso – sottolinea Calzavara che di professione è avvocato – ci sono tutti i presupposti perché ci siano dati i soldi dell’Imu, e per questo ho dato incarico di fare causa al Comune di Dolo, se non saranno restituiti. Ho incaricato l’avvocato Michele Ometto“.

Dolo invece insiste: se i lavori che dovevano partire non sono stati avviati, di fatto l’accordo non ha prodotto i suoi effetti, anche se è stato stipulato. Saranno a questo punto le aule dei tribunali a dirimere la lite. Va detto poi che il progetto di Veneto City era stato contestato in modo furioso da categorie economiche, comitati, e dal centrosinistra negli anni scorsi.

 

Alessandro Abbadir

Le più lette