Chioggia, M5s “Il vescovo dica no al deposito Gpl”

vescovo Tessarollo Adriano2“Il Vescovo prenda posizione contro il deposito gpl di Val Da Rio”. Il Movimento Cinque Stelle di Chioggia, ora al governo della città, sprona la Curia affinché diventi parte attiva nella battaglia contro il noto impianto in costruzione nella zona portuale. Argomento caldissimo in campagna elettorale e cavallo di battaglia anche dell’allora candidato sindaco Alessandro Ferro, ora primo cittadino.

“L’amministrazione 5 Stelle di Chioggia invita ufficialmente il vescovo Adriano Tessarollo a mobilitarsi insieme alla cittadinanza, al fine di rendere ancora più capillare l’azione volta a bloccare l’arrivo dell’impianto – recita una nota dei pentastellati – avendo avuto testimonianza di come la Chiesa sia stata sino ad ora attenta alle vicende del nostro territorio, pensiamo che essa sia chiamata ad esprimere la propria opinione per la preservazione del bene comune, nel rispetto dei valori fondamentali dell’uomo e dell’ambiente”.

A spronare la Chiesa è, in prima persona, il vicesindaco Marco Veronese, nonché assessore all’Ambiente e alla portualità, secondo il quale “vista la sensibilità del Vescovo Adriano Tessarollo alle problematiche vicine ai cittadini chioggiotti, confidiamo in una sua presa di posizione esplicita e sulla stessa linea del vescovo di Manfredonia, comune che sta vivendo una situazione pressoché identica alla nostra e dove la comunità ecclesiastica si è schierata contro la costruzione di impianti simili. Io stesso chiederò appuntamento con il Vescovo perché possa firmare la petizione che sta girando in questi giorni e perché possa coinvolgere ancora di più la cittadinanza”.

Gli attivisti precisano, infine, come le recenti divisioni riscontrate con il prelato non debbano pregiudicare un rapporto di dialogo e cordialità tra l’amministrazione comunale e la Chiesa. “Nonostante le divergenze di pensiero esistenti tra i Cinquestelle e il Vescovo su altre questioni – conclude la nota – noi siamo pronti a lasciare da parte tali discussioni al fine di collaborare nell’interesse della collettività e per raggiungere pienamente un obiettivo comune a tutti i cittadini”.

Andrea Varagnolo

Lascia un commento