Migranti, Cuttaia in commissione d’inchiesta, Moretto (PD): “Modello caserme inefficace”

profughi“Il sistema delle caserme non funziona ma se si vuole l’accoglienza diffusa i Sindaci vanno rassicurati”. Questo il commento a caldo della deputata del Partito Democratico, Sara Moretto che ha promosso l’audizione di ieri del Prefetto di Venezia Domenico Cuttaia in Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza.

“Il Prefetto ha messo in luce il sistema di accoglienza in Veneto nei suoi aspetti positivi e critici, soffermandosi in particolare sul caso di Cona. Numeri alla mano – prosegue – è evidente che in Veneto, rispetto ai dati delle altre regioni, la situazione è più delicata. Attualmente sono ospitati 12.328 richiedenti asilo: di questi solo 434 sono nella rete Sprar dei Comuni, un numero insignificante e sproporzionato rispetto alle altre regioni. Altri 9.280 richiedenti asilo sono ospitati in strutture temporanee ottenute tramite una convenzione tra la prefettura e i privati; si parla di centri comunque di dimensioni minori”.

Un numero che desta preoccupazione è quello degli ospiti nei centri governativi, ovvero le caserme dismesse: “Ben 2614 sono i richiedenti asilo ospitati in queste strutture, dove si registrano le situazioni più critiche, come a Conetta (Ve), Treviso, Bagnoli (Pd). Di fatto con queste caserme si stanno realizzando degli hotspot regionali, discostandosi dal modello proposto su base nazionale”.

Il Prefetto Cuttaia ha già escluso l’ipotesi di un’eventuale utilizzo delle basi di Chioggia e Abano.

Lascia un commento