Logo testata di vicenza

Home Rodigino Delta Ponti di barche, scontro tra Azzalin e Corazzari

Ponti di barche, scontro tra Azzalin e Corazzari

ponti di barcheFuoco incrociato agostano tra il consigliere regionale del Pd Graziano Azzalin e l’assessore regionale alla Pianificazione territoriale e ai Parchi Cristiano Corazzari. Oggetto della disputa, i fondi per i ponti di barche che uniscono i comuni di Taglio di Po, Porto Tolle, Ariano Polesine e Gorino Ferrarese. “Il rischio – ricorda Azzalin – è che i due collegamenti vengano interrotti. Non si tratta, fra l’altro, di semplici ponti, ma di infrastrutture caratteristiche del Delta. Il Parco è commissariato e non ha i fondi per nessun tipo di attività”.

“La verità – attacca – è che Zaia si ricordava del Delta solo quando c’erano da incassare gli 11 milioni annui di Enel per il prelievo di acque della centrale di Polesine Camerini. Soldi che sarebbero dovuti essere investiti per il Delta e che, invece, sono confluiti nel bilancio generale. La Regione si è fatta bella con il riconoscimento Mab-Unesco, arrivato, è bene ricordarlo, grazie all’iniziativa della Fondazione Cariparo”. “La giunta Zaia continua a dedicare attenzione e condivisione ai problemi della provincia di Rovigo – replica l’assessore Corazzari -. L’assessore alle Infrastrutture Elisa De Berti, come sanno i sindaci, è impegnata a reperire entro i prossimi due anni una decina di milioni per finanziare i progetti, compresi i tre che interessano il Polesine, che, a causa dei tagli praticati da Roma, sono stati esclusi dall’elenco nel quale inizialmente erano stati inseriti”.

“Quanto ai ponti di barche – prosegue – la Regione è disponibile a finanziare progetti di messa in sicurezza e di ammodernamento, anche per abbattere i futuri costi di gestione. Chiedere alla Regione di farsi carico delle spese di gestione ordinaria è chiedere una cosa notoriamente impossibile, creando false aspettative che non con- tribuiscono certo a risolvere il problema”.

 

Elisa Dall’Aglio

Le più lette