Terremoto Polesine, dalla Regione quasi 2 milioni per interventi antisismici

sismografo-1Con un’ordinanza firmata dal Presidente della Regione Luca Zaia, nella sua veste di Commissario Delegato per gli interventi in favore delle popolazioni colpite dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012 (per il Veneto alcuni Comuni della provincia di Rovigo), sono stati stanziati un milione 815 mila euro per finanziare interventi di messa in sicurezza antisismica da parte delle imprese.

I Comuni polesani interessati sono Ficarolo, Fiesso Umbertiano, Gaiba, Occhiobello e Stienta.

Sono ammissibili ai contributi gli interventi di miglioramento sismico effettuati sulla base di un progetto redatto secondo quanto previsto dalle Norme tecniche per le costruzioni (NTC2008). Devono essere stati realizzati dopo il 29 maggio 2012 e dovranno necessariamente concludersi entro il termine del 31 ottobre 2017. Il tetto massimo erogabile è di 200 mila euro, nella forma di contributo a fondo perduto pari al 100% della spesa ritenuta ammissibile.

I soggetti interessati dovranno presentare la domanda al Commissario delegato Sisma Maggio 2012 del Veneto – Palazzo Balbi – Dorsoduro 3910 – 30123 Venezia, inviandola a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o all’indirizzo mail protocollo.generale@pec.regione.veneto.it entro e non oltre il 15 ottobre 2016.

L’erogazione del contributo avverrà in un’unica soluzione alla presentazione di copia dei documenti di spesa. Tali documenti andranno presentati entro e non oltre il 31 dicembre 2017.

Lascia un commento