Adria, i lunedì della Biblioteca con Omero e Virgilio

omeroRiprendono i Lunedì con il ritorno alla grande cultura classica che, anche se molto nota soprattutto a chi ha frequentato la scuola di tanti anni fa, rappresenta tuttavia per le nuove generazioni un mondo abbastanza marginale, salvo per alcuni indirizzi di studio. La Biblioteca per il suo ruolo anche di memoria dei grandi autori del passato e delle loro opere ripropone i poemi epici classici, Iliade-Odissea ed Eneide.

Chi ha una certa età ricorda l’approccio ai poemi omerici a partire dalle classi della Scuola Media con i passi più significativi, soprattutto dell’Iliade, mandati a memoria nella traduzione prevalente di Vincenzo Monti. Come ricorderà le tensioni all’interno delle classi tra studenti partigiani di Ettore e quelli di Achille. Resta aperta, tra gli studiosi, la cosiddetta “questione omerica” posta soprattutto a partire dal Seicento (ma anche prima) sulla reale esistenza di un poeta chiamato Omero. Più chiari e definiti sono i problemi connessi al poema dell’Eneide e al suo autore Virgilio. Il ciclo sui poemi epici e classici si propone dunque al pubblico adriese con l’intento di riprenderne la lettura e lo studio trattandosi delle opere tra le più rappresentative della cultura greca e latina. La presentazione dei poemi è affidata a tre eminenti docenti della scuola polesana: Natalia Periotto Gennari per l’Iliade, Marina Bovolenta per l’Odissea, Antonio Lodo per l’Eneide. Alla presentazione generale dell’opera farà seguito il commento a particolari episodi come, per l’Iliade, l’incontro di addio tra Andromaca ed Ettore, per l’Odissea il ritorno ad Itaca di Ulisse, per l’Eneide la vicenda drammatica di Didone ed Enea. Gli incontri si svolgono nella sala Irene Federighi, al terzo piano del Polazzo Comunale (dotato di ascensore); il primo Lunedì 17 ottobre alle ore 17,30 a seguire gli altri il 24 e 31 ottobre.

 

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento