Cona, cacciatore e il suo cane cadono in una vasca di decantazione

Sacaccialvato dai vigili del fuoco nella notte tra giovedì e venerdì un cacciatore 75 enne di Campodoro, caduto con il proprio cane in una vasca di decantazione, profonda quattro metri e in parte piena d’acqua nei pressi del cimitero di Cona (Cavarzene).

L’uomo era uscito nel pomeriggio per una battuta di caccia in compagnia del Bretone di nome Fiocco, non facendo più rientro a casa. I vigili del fuoco insieme con i carabinieri hanno subito iniziato le ricerche intorno alle ore 1 e dopo il ritrovamento dell’autovettura poco dopo nei pressi del cimitero di Cona, si sono accorti di una buca nel terreno, sentendo il lamento di una persona. L’uomo era caduto nel pomeriggio in verticale per circa 4 metri in una buca coperta da fogliame, rompendo delle assi di legno ormai marce, che coprivano l’apertura, finendo con il cane nella vasca. Un vigile del fuoco vestito con un idrocostume è sceso tramite una scala posizionata nel pozzetto, raggiungendo l’uomo coperto dall’acqua fino alle spalle all’estremo delle forze, che si scaldava con il proprio cane tenendogli il muso fuori dall’acqua.  L’uomo e il cane con principi d’ipotermia sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e coperti con indumenti asciutti nell’attesa dell’arrivo dei sanitari. L’uomo è stato preso il cura dal personale del 118 di Piove di Sacco e portato in ospedale. Mentre il cane coperto con una coperta è stato preso in cura dai familiari per essere portato da un veterinario.

Lascia un commento