Mira: manutenzioni, finalmente arrivano gli interventi

Dossi-stradaleAsfaltature, potenziamento della segnaletica, rinforzo delle banchine e interventi per ridurre la velocità delle auto. La giunta guidata dal sindaco Alvise Maniero ha approvato il progetto preliminare da 180.000 euro per mettere in sicurezza le vie Bastie, Primo Maggio e Giare. Interventi molto attesi da anni da residenti e imprenditori. “Si tratta di strade particolarmente degradate, dove ci sono problemi di buche, carenza di segnaletica e banchine cedevoli – sottolinea l’assessore, Luciano Claut. Nel caso di via Bastie c’è anche un evidente problema di eccesso di velocità”. L’intervento prevede asfaltature in numerosi tratti, consolidamento delle banchine stradali con l’ausilio di specifici pali, rinforzo della segnaletica e installazione di dossi per indurre le auto a rallentare. In via Bastie è previsto un restringimento della carreggiata, due restringimenti saranno fatti invece in via Giare. In via I Maggio sarà effettuata una riqualificazione complessiva con tratti pavimentati: in particolar modo sarà rialzato l’incrocio con via Capitello Nason. Sempre in via Primo Maggio sarà predisposta anche una fermata Actv in località Curano, per servire i passeggeri degli autobus diretti a Chioggia. “Si tratta di un intervento molto esteso che andrà a risolvere problemi segnalati da tempo dai residenti – prosegue Claut -. Purtroppo di questi tempi le risorse sono sempre limitate, ma contiamo di dare sollievo ad un annoso problema di sicurezza stradale. Entro la fine dell’anno sarà approvato il progetto esecutivo e nei primi mesi del 2017 contiamo di consegnare i lavori alla ditta che vincerà l’appalto”. Intanto sono stati anche aggiudicati i lavori per un importante intervento di asfaltatura in via Sabbiona, dal ponte fino alla fine del centro abitato. Il quadro economico complessivo è di 95.000 euro. “Anche in questo caso andremo a risolvere un problema presente da tempo – conclude. Se non ci saranno intoppi amministrativi potremo realizzare i lavori a novembre e concluderli prima dell’inizio del periodo più freddo”.

Alessandro Abbadir

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento