Mirano, confezionava e spacciava cocaina in casa: arrestato albanese

 

cocaina mirano arrestoControllava un ingente traffico di stupefacenti sul territorio di Mirano, rifornendo i tossicodipendenti del luogo. Il colpevole, Erion Hysenbelliu, 30enne di origini albanesi e residente a Mirano, era da tempo sotto l’occhio dei carabinieri che, avendo avuto notizie su un soggetto che si occupava dello smercio di cocaina nel centro abitato di Mirano, intorno ai caseggiati di Via Canova, hanno effettuato una serie di servizi mirati.

Fino a martedì, giorno in cui l’operazione è giunta al suo epilogo. Quando i Carabinieri hanno avuto la certezza che all’interno di uno degli appartamenti si svolgesse attività di spaccio, sono entrati in azione.  E’ dunque scattato il controllo presso l’abitazione di Hysenbelliu, durante il quale lo straniero, credendo di non essere osservato dai militari impegnati a controllare gli ambienti, tentava di disfarsi di una parte di stupefacente, lanciando con  un gesto fulmineo l’involucro dalla finestra nel giardino sottostante. Ma i carabinieri hanno notato il gesto e visto di sfuggita il pacchetto volare giù dalla finestra e, una volta recuperato, al suo interno hanno trovato materiale da taglio.

La perquisizione è proseguita fino al ritrovamento di 6 grammi di cocaina, quasi un etto di sostanza per il taglio, oltre a bilancini di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi  e la somma di 460 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Hysenbelliu veniva quindi arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con successiva messa a disposizione per il giudizio per direttissima, mentre per il tunisino scattava la denuncia in stato di libertà per la medesima ipotesi di reato.

Lascia un commento