Home Padovano Piove di Sacco, le iniziative del comune su welfare e sociale

Piove di Sacco, le iniziative del comune su welfare e sociale

comune di piove di sacco municipioIl Comune continua a investire sul sociale e sul welfare. A dirlo non sono solo i freddi dati delle statistiche che posizionano la città tra quelle della provincia dove la spesa pro-capite è più alta (indagine OpenPolis) ma anche il sempre crescente numero di iniziative messe in campo per fare fronte e sostenere situazioni di difficoltà ed emergenze di vario genere. Fa il punto della situazione l’assessore Paola Ranzato, chiamata a gestire una rete sempre più complessa. “Ci sono innanzitutto – esordisce – gli interventi nell’ambito dei servizi di assistenza domiciliare. Attualmente sono più di settanta gli utenti seguiti quasi quotidianamente. Per la maggior parte sono anziani, poi disabili e minori. Sono poi una trentina le persone cui sono consegnati i pasti a domicilio (circa cinque mila l’anno) perché sole, indigenti o incapaci di provvedere autonomamente. Allo stesso modo garantiamo un servizio di trasporto per anziani e disabili, per visite mediche, commissioni.

Tutto questo in collaborazione con un’associazione di volontariato e la cooperativa sociale Magnolia”. Altro settore determinate è quello legato alla tutela dei minori e al servizio educativo domiciliare. “Oggi seguiamo complessivamente quasi venti famiglie – continua – che hanno fino a tre figli. Si interviene a tutela dei minori ma anche a sostegno della genitorialità: la crisi economica di questi anni ha esasperato alcune situazioni di fragilità che devono quindi essere tutelate e rafforzate con l’obiettivo principale di prevenire traumi più grandi. Questo obiettivo è stato rafforzato nell’ultimo anno anche dal progetto P.i.p.p.i. con cui si è intervenuti ulteriormente a sostegno di minori a rischio e delle loro famiglie”.

Per venticinque cittadini, anziani e disabili, il Comune integra la retta di ricovero in strutture adeguate. Ci sono poi altre modalità attraverso le quali l’ente, per un’ottantina di persone, fa da tramite ad anziani e disabili. Sono quelle relative al telesoccorso, alla gestione degli Icdb e ai contributi per le cure domiciliari per le persone non autosufficienti. “Aiutiamo i nostri cittadini in difficoltà – prosegue l’assessore – spesso emergenziale, con contributi economici (nel 2015 più di centodieci famiglie), con bandi e integrazioni economiche a sostegno degli affitti, del pagamento della Tari, delle famiglie numerose e della maternità. Sessanta famiglie usufruiscono di agevolazioni sulla mensa scolastica”.

Alessandro Cesarato

Seguici anche su

6,291FansLike
276FollowersFollow
3SubscribersSubscribe