Porto Viro, anziana uccisa, poi le bruciano la casa

Vigili-del-fuoco-notteUna tragedia dalle tinte fosche quella accaduta la scorsa notte nel delta rodigino, a Porto Viro, dove una donna è morta all’interno di un’abitazione in preda alle fiamme. I soccorsi l’hanno trovata in cucina, avvolta in una coltre di fumo. La vittima è un’anziana 82enne del posto, Miranda Sarto, viveva da sola in quella abitazione di via Gorghi 26 a Donada di Porto Viro.

Ricevuto l’allarme, subito i pompieri, insieme ad ambulanze e carabinieri, sono accorsi per spegnere l’incendio e cercare di trarre in salvo la donna, purtroppo ormai senza vita. Eppure, la scena che si sono trovati davanti le forze dell’ordine, non somigliava a un incidente domestico causato forse da una stufa guasta. Gli inquirenti hanno ritrovato la donna con il volto e il corpo ricoperto di coltellate. In più la donna era sola in casa: la sorella, che le abitava di fianco, era appena partita per Novara e il nipote, che abitava al primo piano della trifamiliare, non c’era. La donna era sola in casa, chi dunque avrebbe lanciato l’allarme?

Qualcuno, forse approfittando di quel momento di solitudine, ha tolto la vita a Miranda. Le indagini sono dunque partite per individuare il colpevole e il movente del delitto. L’anziana era una sarta in pensione molto benvoluta in città. Separata, aveva perso un figlio nel 1982.

Lascia un commento