Home Rodigino Adria Adria, parco unico? I 5 stelle: “Benefici per tutti, andava fatto prima”

Adria, parco unico? I 5 stelle: “Benefici per tutti, andava fatto prima”

parco-unico“Stiano sicuri quanti lavorano in attività compatibili con il territorio (pescatori, agricoltori, operatori turistici) che un Parco interregionale, se seriamente e competentemente gestito, porterebbe loro solo vantaggi”.
Parola di Movimento Cinque Stelle di Adria, secondo cui “chi ne sarebbe danneggiato davvero sarebbero i corpi estranei a partire da quelle trivelle che in Veneto si è deciso di osteggiare, ma in Emilia Romagna sono addirittura incoraggiate”. Il gruppo adriese tiene a fare sapere con una nota che “il Parco emiliano, come tutte le esperienze di virtuosa gestione dei Parchi italiani, ha garantito occupazione, favorito l’indotto in settori strategici come il turismo, l’agricoltura, l’artigianato, valorizzato le buone pratiche di sostenibilità, aiutato il commercio e i servizi promuovendo la nascita di piccole imprese e cooperative locali”.

“Auspichiamo quindi – continua il Movimento – che si solleciti la realizzazione con tutti i crismi del Parco Interregionale smettendola con gli ostruzionismi paralizzanti, aprendo un tavolo di confronto con tutte le realtà coinvolte – politiche, economiche e civili – per discutere e per limitare al massimo nuovi possibili vincoli”.

Quindi, guardando al passato, i consiglieri pentasetllati accusano: “Chi ha amministrato o rappresentato questo territorio ha sempre fatto orecchie da mercante, più interessato ad assecondare le piccole o grandi lobbies antiparco che a dargli un assetto definitivo tale da poter dare prospettiva alle sue vocazioni”.

“Soprattutto in Veneto – incalzano -, il Parco è sempre stato osteggiato, limitato a partire dalla sua definizione perimetrale, passato come una zavorra e quindi i Comuni hanno sempre optato per farlo gestire ‘politicamente’ senza le giuste competenze, in modo tale da non portare avanti nulla di veramente efficace o vantaggioso per il territorio”.

 

Di Giorgia Gay

Le più lette