Bagnoli, la “notte viola”per i bambini di Chernobyl

notte-viola1Il Lions di Conselve in prima linea per dare un aiuto concreto all’associazione ABC Amici dei Bambini di Chernobyl e potenziare il Progetto “Lions Diabete a Colori” Ecco perché il 22 dicembre, con il patrocinio del comune di Bagnoli di Sopra, alle ore 21,30, al teatro Goldoni di Bagnoli avrà luogo lo spettacolo “La notte viola.” Una rievocazione del dramma di Chernobyl che ci mette davanti ai limiti umani che possono cambiare per sempre le nostre vite” precisa Massimo Cavazzana responsabile del “Progetto Lions Diabete a colori”. Nella notte del 26 aprile 1986 esplodeva infatti il reattore numero 4 della Centrale Termonucleare di Chernobyl, provocando il più grave disastro nucleare, in tempo di pace, del XX secolo. Lo scoppio provocò la fuoriuscita di materiale radioattivo che raggiunse, principalmente, gran parte dell’Europa e dell’Asia, procurando conseguenze socio-sanitarie devastanti ancora visibili ai giorni nostri. Per la prima volta l’uomo si sentì inerme davanti a una sua “creatura”. Con queste considerazioni, la Compagnia Teatrale “Vengo Anch’io!” ha deciso di raccontare a modo suo, tra il serio e il faceto, questo evento devastante. La regia dello spettacolo, scritto da Sergio Baraldo, è di Andrea Belluco che, con una visione dinamica e coinvolgente della narrazione, è riuscito a catapultare lo spettatore direttamente dentro gli spensierati e indimenticabili anni Ottanta. L’aspetto drammatico della vicenda viene sostenuto con un omaggio alla grande scrittrice bielorussa Svetlana Aleksievi, testimone diretta delle conseguenze riportate dalle popolazioni direttamente coinvolte nella tragedia.

Di C. L.

Lascia un commento