Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Fiesso d'Artico: velocità ridotta, strade sicure

Fiesso d’Artico: velocità ridotta, strade sicure

strade-sicureIl Comune di Fiesso ha attuato in queste settimane quattro interventi per limitare la velocità dei veicoli. I lavori sono stati realizzati in altrettanti popolosi quartieri residenziali. I progetti, ha spiegato il sindaco Andrea Martellato, sono stati attuati per “garantire una maggiore sicurezza stradale per automobilisti, pedoni, ciclisti e residenti”.
Le aree interessate dagli interventi sono quelle di via Garibaldi, via Pampagnina, via Giustizia e via Vecchia. Partendo da via Garibaldi, all’altezza dell’ultimo dosso, è stato realizzato un restringimento della carreggiata.
Questo ha portato alla creazione di un senso unico alternato che impone alle auto di fermarsi per fare passare chi proviene dal senso opposto di marcia. Analogo provvedimento è stato fatto anche in via Pampagnina, all’altezza del dosso esistente. Anche in questo caso sono stati posti dei paletti che hanno ridotto la larghezza della sede stradale, e creato di fatto una zona nella quale vige il senso unico alternato.
Inoltre è stato previsto un intervento in via Giustizia, che si trova sempre nella zona di via Pampagnina. Nell’arteria, dove vige il senso unico in entrata da via Puccini e uscita in via Pampagnina, è stato adottato un sistema particolare per i parcheggi. Sono stati infatti realizzati dei parcheggi in linea a bordo strada. Questi però sono praticamente alternati: alcuni a destra e altri a sinistra. Questo di fatto ha creato un percorso ondulato lungo la strada che dovrebbe imporre agli automobilisti, di ridurre la velocità.
Infine in via Vecchia sono stati istituiti due sensi unici alternati di marcia nel tratto interposto tra via Dante e via Palladio con un restringimento della carreggiata.
È stato previsto anche un parcheggio “in linea” sul limite sud della strada. Tutto per imporre ai veicoli di ridurre la velocità. Si tratta di misure prese dai comuni per ebitare che l’alta velocità generi incidenti, anche gravi. Sono soluzioni che sono pensate per quartieri residenziali. Per le strade ad alto scorrimento le misure intraprese dai comuni della Riviera del Brenta sono altre.
A Mira ad esempio, sono stati collocati in queste settimane due autovelox sulla Romea che sanzionano gli automobilisti e camionisti che violano il limite dei 70 chilometri orari. Sono fioccate centinaia di multe e il Comune ha già preventivato incassi da centinaia di migliaia di euro.

Di Giacomo Piran

Seguici anche su

6,328FansLike
276FollowersFollow
3SubscribersSubscribe