Fossò: polo scolastico, riqualificazione energetica

fosso-polo-scolasticoIl 2 novembre scorso il sindaco Federica Boscaro ha posato la prima pietra dell’intervento di riqualificazione energetica del polo scolastico di viale Caduti di via Fani. Presenti gli amministratori, i tecnici comunali, la Professoressa Francesca Marangoni dell’Istituto Comprensivo di Fossò, i progettisti Massimo Cavallaro e Davide Semenzato, Antonio Viggiano della ditta appaltatrice Teknoindustriale e Andrea Ferrati della ditta che effettua i lavori edili. Nel 2015 il progetto è stato ammesso al finanziamento del “Programma attuativo regionale del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007/2013. Attuazione asse prioritario 1 – atmosfera ed energia da fonte rinnovabile. Linea di interventi 1.1”. Il contributo è stato di un milione e 200 mila euro su un totale di un milione e 500 mila euro.
L’intervento prevede due stralci e coinvolge tre edifici, situati in un’unica area: la scuola elementare con palestra e la biblioteca comunale, la scuola media con palestra ed il palazzetto dello sport Palarcobaleno. La parte impiantistica sarà finita nei primi mesi del 2017, mentre l’involucro degli edifici, con l’isolamento termico delle pareti opache e la coibentazione dei controsoffitti delle due palestre e del Palarcobaleno, sarà completato in estate. Per la scuola elementare è previsto anche l’isolamento termico delle pareti nord e la sostituzione degli infissi della relativa palestra.
L’impianto di cogenerazione di energia termica ed elettrica, prevede una centrale, di 8 metri x21,50, posta al centro dei tre edifici, con 39 pannelli fotovoltaici sul tetto, due caldaie a gas da 50 kWe a metano, una pompa di calore da 260 kW collegata ad un campo di 7 sonde geotermiche e una vasca di recupero energetico dei reflui degli spogliatoi del Palarcobaleno. L’elettricità sarà prodotta con il calore di scarto generato dalle caldaie durante la produzione di energia termica e, oltre a coprire il fabbisogno del polo scolastico, coprirà il fabbisogno degli altri edifici pubblici comunali.

“Questo intervento è l’azione più importante prevista dal Piano di Azioni per l’Energia Sostenibile sottoscritto nel 2014 – dice il vicesindaco Maurizio Lunardi. Saranno evitate emissioni di CO2 in atmosfera pari a 112.843 Kg/anno. Avremo un ambiente più pulito e realizzeremo un consistente risparmio economico per continuare a garantire servizi di qualità”.

 

Di Roberta Pasqualetto

Lascia un commento