Home Veneziano Miranese Nord Noale: violenza sulle donne, una piaga sociale davvero difficile da estirpare

Noale: violenza sulle donne, una piaga sociale davvero difficile da estirpare

stop-violenza-sulle-donneViolenza sulle donne presente 365 giorni l’anno. Ne sanno qualcosa le responsabili dello sportello “Sonia” di Noale, con sede in piazza XX Settembre e gestito dalla cooperativa Iside di Mestre. Queste, infatti, registrano almeno una chiamata a settimana al numero preposto. Questo comporta che, a fine ottobre, le responsabili seguano tra le 70 e 80 donne del comprensorio vittime di maltrattamenti. “Purtroppo i numeri sono in crescita come lo scorso anno” spiega la psicoterapeuta di “Sonia” Giorgia Fontanella “e questo ci preoccupa.
Ci preoccupa anche perché gran parte delle donne colpite hanno figli. Ci sono soprattutto italiane, ma pure straniere, la fascia d’età è sempre fra i 35 e i 50 anni, ma ci sono casi di signore oltre i 60 anni. Invitiamo chiunque subisca fatti del genere a farsi avanti, a raccontarci la sua storia; garantiremo l’anonimato e sarà individuato un percorso”.
Chiamare il 349-2420066, lasciando anche un messaggio in segreteria. Fontanella dà dei consigli utili per capire quando è meglio accendere la spia rossa e rivolgersi agli esperti. In pratica ci sono tre cicli, dove nel primo la donna è sottoposta a una violenza psicologica, poi si passa alla violenza fisica vera e propria e, infine, la “luna di miele”, quando il compagno giura di non volerlo fare più. E si ricomincia.
“Iniziative come quelle in programma sabato – continua Fontanella – sono molto importanti e lodevoli. Si deve fare un lavoro sulla cultura per sconfigla violenza”.
Il Centro è nato quasi tre anni fa dalla collaborazione tra il Comune di Noale e la Cooperativa Sociale Iside. Lo sportello Sonia, ha voluto rispondere alle richieste delle donne e dei servizi, rafforzando la rete di sette Comuni della provincia di Venezia. Si tratta di uno spazio gratuito dedicato alle donne che vivono situazioni di violenza e maltrattamento, in collaborazione con le Commissioni Pari opportunità del comprensorio. A chi si rivolge, “Sonia” offre ascolto e accoglienza, sostegno psicologico, consulenza legale e il gruppo di auto-aiuto. Nelle scorse settimane, anche un centinaio di ragazzi delle classi terze medie della città dei Tempesta, hanno voluto dire “No” alla violenza sulle donne, partecipando a un’iniziativa all’interno di “Veneto del Mistero”, con la Pro loco di Noale che ha dedicato uno spazio esclusivo in collaborazione con la scuola Pierazzo. Così si sono improvvisati “artisti per un giorno”, avendo a disposizione dei gessi colorati per rappresentare, sul pavimento attorno al monumento di Pietro Fortunato Calvi, le loro personali riflessioni sul fenomeno della violenza e le speranze di contribuire all’evolvere della coscienza sociale.
Infatti la collaborazione con alcune insegnanti di educazione artistica, le professoresse Gigliana Tombacco e Amanda Longo, ha permesso di elaborare un progetto che ha consentito ai ragazzi di riflettere su un tema delicato.

Di Alessandro Ragazzo

Le più lette