venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomeVenetoAttualitàCooperative agroalimentari: Veneto al secondo posto

Cooperative agroalimentari: Veneto al secondo posto

Tempo di lettura: 2 minuti circa

agricolturaSi è tenuta ieri a Roma la presentazione del nuovo rapporto dell’osservatorio della cooperazione agricola italiana, istituito dal ministero delle Politiche agroalimentari e forestali, sostenuto anche da Agci-Agrital, Fedagri Confcooperative, Legacoop Agroalimentare ed Unicoop. Cresce il fatturato medio delle cooperative agroalimentari italiane, +2,7% rispetto al 2015, e aumenta l’export si stima arriverà alla fine del 2016 a 6,6 miliardi di euro segnando un +1,5% rispetto al 2015.
Rimane stabile l’occupazione e le conseguenti retribuzioni. Secondo la ricerca realizzata da Nomisma, nel 2015 sono 4.722 le imprese attive associate, con 90.542 addetti e 771 mila adesioni.
Si conferma il primato del Nord Italia, dove cresce il numero delle imprese – pari al 46% del totale – che generano l’82% del fatturato della cooperazione. In particolar modo, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Lombardia, pur essendo presenti sul territorio con appena il 31% delle cooperative totali, insieme esprimono il 77% – 26,7 miliardi – del giro d’affari complessivo della cooperazione agroalimentare italiana. Regioni, queste ultime, a cui si deve gran parte della centralità della cooperazione nel sistema primario, con il 20,1% del giro d’affari totale dell’agroalimentare nazionale.

Il Veneto si posiziona bene, sia per fatturato – con i suoi 6,5 miliardi si posiziona al secondo posto, subito dietro all’Emilia Romagna – che per numero d’aziende, sono 299 le cooperative. Tra le attività prevalenti in Veneto c’è la produzione di vino e la zootecnia. Tra le 25 principali cooperative dell’agroalimentare italiano al primo posto troviamo la veneta TreValli con un fatturato di circa 3 miliardi nel 2016.

“Il settore agroalimentare si dimostra essere ancora quello trainante per il Veneto, che non solo non mostra segnali di crisi, ma prosegue un trend di crescita sia per fatturato che per occupazione – sottolinea il presidente di Fedagri Veneto Primo Anselmi – che non accenna a diminuire. Resta il settore sul quale è necessario investire in termini di tutela e di innovazione.”
Per tutti i dati in merito al rapporto si può consulatare il sito www.osservatorio-cooperazione-agricola.it .

 
 
 

Le più lette