Scorzè, il centro del paese cambia volto

scorzeInizia a cambiare volto il centro di Scorzè. In attesa che tutta la variante Rigo vada in porto, e c’è tempo fino al 2024. Intanto nella zona dietro la chiesa, tra via Cercariolo e la Noalese, inizia la riqualificazione. Da anni si parla di mettere mano a quest’area, ma poi, per un motivo o per l’altro, si è andati a passo lento.
Se tutto procederà senza intoppi, per la prossima primavera sarà aperto un edificio più moderno, disposto su quattro piani da 1321 metri cubi, compresi i 230 in più chiesti al Comune, dove in quello a terra ci sarà spazio per il commercio e nei tre superiori ci saranno uffici. Gli ha fatto posto un immobile eretto nel dopoguerra e poi abbattuto.
Lì vicino sorgeranno anche 15 posti auto, a uso pubblico, che serviranno le attività della zona. Questa soluzione era stata studiata dallo studio interessa, dopo delle perplessità iniziali. Sorgeranno edifici residenziali, per 160 abitanti, direzionali, commerciali, escluse quelle all’ingrosso, con nuovi 31 mila metri cubi. E poi troveranno spazio nuovi parcheggi sotterranei e all’edificio alto 21 metri da sette piani e avrà base quadrata. In un primo momento sarebbe dovuto essere più alto e il simbolo di Scorzè, ma poi si è puntato su un edificio con un piano in più del vicino condominio Moroni.
Si sta procedendo a rilento rispetto a quanto previsto, ma da quanto deciso dal consiglio comunale, c’è tempo fino al 2024 per non perdere i benefici previsti, Infatti, salvo successive proroghe, si perderebbe la possibilità di avere il 15 per cento in più di volumetria concessa. Insomma il centro del paese cambia volto con una nuova variante urbanistica che lo ridisegna puntando a rilanciare nuovi centri di aggregazione e di socialità con lo sviluppo direzionale e commerciale di cui tutto il paese del miranese ha estremo bisogno. Vecchi immobili se ne vanno, per lasciare posto ad un profilo più al passo con i tempi.

Di Alessandro Ragazzo

Lascia un commento