Translagunare: I Cavalli Marini. Racconto di una passeggiata di un centinaio di chilometri

pag-sport-di-chioggia-taglio-basso19 ore e 13 minuti. Non si trattava di battere nessun record e nessuna scommessa, solo una bella escursione da effettuare in compagnia. Così l’idea di Romano, uno dei ‘veterani’ del gruppo Marathon Cavalli Marini di Chioggia, che l’anno scorso con un piccolo gruppetto era già arrivato da Chioggia a piedi fino alla piazza San Marco, questa volta ha convinto gli amici a compiere il percorso completo comprendendo anche Lido, Alberoni e Pellestrina e infine il ritorno a Chioggia. Ritrovo in 13 sabato 29 ottobre 2016 alle ore 17,30. Dopo la consueta foto da condividere con tutti i “social” alle 18,00 partenza senza fretta con le lampade frontali accese seguendo l’argine del canale Nuovissimo accompagnati dalla foschia e dall’umidità che bagna erba e piedi. Una sosta per un caffè dopo tre ore e mezza e poi si riprende. Le chiacchierate sulle proprie “imprese” sportive e non accompagnano tutto il tragitto. Dopo Malcoltenta ecco Marghera via Fratelli Bandiera e poi Mestre. L’unico bar aperto diventa una buona occasione per brioche e cappuccino. Sono le 4,30 del 30 ottobre. Il gruppetto riparte passando per via Righi e successivamente il lungo Ponte della Libertà. Le luci di Venezia in lontananza, il passo è più lento, il sonno tanto, ma si prosegue. Foto sotto il cartello stradale con scritto “Venezia”. E’ ancora piuttosto buio. In tre giunti a piazzale Roma lasciano, una decisione già stabilita prima della partenza, ma comunque assai soddisfatti di questa intensa esperienza. Per la Strada Nova i primi passanti sono sorpresi dal gruppetto multicolorato che cammina compatto verso il salotto di Venezia, piazza san Marco. Ormai è l’alba e una foto renderà immortale questa tappa. Ci si avvia verso Riva degli Schiavoni fino a raggiungere a Sant’Elena. Dopo il vaporetto ecco il Lido di Venezia. Ancora una sosta, stavolta direttamente in pasticceria. Sono stati già percorsi circa 70 chilometri. Ripartenza per Alberoni per arrivare alla fermata del ferry boat che porterà a Pellestrina. La giornata comincia a scaldarsi grazie al sole. Da San Pietro in Volta a Pellestrina le colorate case della lunga e sottile isola lagunare sono accompagnate dal vociare della gente che passeggia e guarda il gruppetto dei ‘Translagunari’. Ancora un tragitto in vaporetto e sbarco a Chioggia. Si va per il Corso del Popolo confondendosi con i molti passanti di una bella domenica autunnale. E infine Sottomarina da dove il gruppetto era partito. Sono passate quasi 20 ore e tanti, tanti chilometri. Con Romano c’erano quest’anno Albano, Claudio, Cinzia, Dario, Daniele, Fabio, Fiorenza, Narciso, Sabrina, Sandra, Stefania e Paolo: i Translagunari.

Di Eugenio Ferrarese

Lascia un commento