Vigonovo aderisce alla difesa civica metropolitana

Vigonovo centroIl consiglio comunale d ha approvato all’unanimità l’adesione al servizio di difesa civica della “Città Metropolitana”. Il sindaco Andrea Danieletto ha presentato nel parlamentino cittadino, la convenzione e ha sottolineato la volontà dell’amministrazione comunale di avvicinarsi al cittadino, descrivendo la difesa civica come un importante segno di democrazia a favore dei cittadini di Vigonovo.

“Il Difensore civico – si legge nel sito della Città Metropolitana – è il garante della imparzialità, della tempestività e della correttezza dell’azione amministrativa nei confronti dei cittadini. È un tramite a vantaggio dei cittadini per superare eventuali inerzie, pigrizie e zone d’ombra nel procedimento di accesso e di conoscenza di una propria pratica di competenza di uffici della Città metropolitana di Venezia e dei Comuni di Cavarzere, Eraclea e Portogruaro. Possono, inoltre, ricorre al difensore civico, tutti i cittadini che hanno presentato un’istanza di accesso agli atti ai sensi della legge 241/90 a Comuni del territorio provinciale, o alle loro aziende autonome e speciali, nonché ai gestori di pubblici servizi provinciali o comunali, che abbiano ricevuto diniego o differimento d’accesso”.

Durante i lavori del consiglio comunale, il sindaco Andrea Danieletto ha ricordato che la convenzione ha validità fino al 2018 e che al termine, si valuterà la prosecuzione del servizio.

“Il compito del Difensore Civico – si spiega – è quello di segnalare gli abusi, le disfunzioni e i ritardi dell’amministrazione provinciale e di quelle comunali, e di farvi porre rimedio; svolge la sua attività in maniera del tutto indipendente”.

È intervenuto in consiglio anche il difensore civico Michele Basso, sottolineando che la “Città Metropolitana di Venezia” ha previsto nel proprio statuto, il servizio a garanzia del buon andamento e dell’imparzialità dell’amministrazione nei confronti dei cittadini. A tale scopo, la Difesa Civica della Città Metropolitana ha proposto una convenzione ai Comuni del territorio per usufruire del servizio, iniziando a raccogliere l’adesione dei Comuni. L’ufficio del Difensore Civico ha sede a Venezia, ma periodicamente si reca presso i comuni aderenti alla convenzione per raccogliere le istanze dei cittadini.

 

Di Giacomo Piran

Lascia un commento