Dolo: “Imprese, la caduta si è fermata, ma restano tante difficoltà”

franco-scantamburlo“Gli ultimi anni sono stati drammatici per le imprese italiane e venete e, nonostante i tenui segnali di arresto della caduta del Pil, la situazione rimane ancora segnata dalle difficoltà”. Così inizia il documento redatto dalla giunta dell’Associazione Artigiani della Riviera che traccia un bilancio dell’attività svolta quest’anno e i progetti per l’anno nuovo.

“Il sistema imprese della Riviera, ha pagato anch’esso gli effetti della crisi. In modo significativo il settore delle costruzioni e della filiera casa ha registrato cadute verticali di commesse e di fatturati”.

L’Associazione Artigiani, presieduta da Luca Vanzan e con segretario Franco Scantamburlo, conta 900 imprese associate per un totale di circa 4 mila dipendenti.

“Abbiamo rafforzato l’area – spiegano Vanza e Scantamburlo – dei servizi proponendone di nuovi: come gli sportelli Energia, Rottamazione Cartelle Equitalia, Bandi Regionali, Internazionalizzazione delle imprese, Filiera Casa, Start Up, Giovani. Abbiamo anche cambiato software con un nuovo gestionale per l’area paghe e contabilità”.

Molta l’attività svolta nel territorio. “Abbiamo svolto un’intensa attività territoriale, con incontri dedicati alle singole categorie. Ciò si è ripercosso sui settori riconducibili alle produzioni di beni e servizi destinato al mercato locale e territoriale. In particolare i settori del benessere e della cura alla persona (estetica e acconciatura) come pure il comparto dell’auto e della meccanica. Settori che oltre a subire gli effetti di una caduta dei consumi dovuti alla caduta del reddito pro-capite, hanno visto un’impennata sul fronte della concorrenza sleale. Continuiamo a registrare segnalazioni su attività riconducibili all’abusivismo e all’illegalità. Un problema che da anni si registra anche nei settori delle calzature e del tessile abbigliamento”.

Si parla di Riviera e territorio. “Il riassetto idrogeologico e la messa in sicurezza del territorio a vantaggio del patrimonio abitativo e produttivo, la salvaguardia e il recupero delle ricchezze architettoniche e monumentali, il decongestionamento  del traffico sono alcuni temi che hanno una forte ricaduta sul sistema produttivo. Particolare interesse riguardano la messa in sicurezza della Romea e preservare i servizi sanitari e territoriali presenti nel territorio”. Gli Artigiani hanno inviato una lettera ai sindaci della Riviera.

“È un documento – concludono – con delle proposte per l’assegnazione dei lavori, per creare uno sportello informazione ai cittadini su bonus ed incentivi statali per ristrutturazioni edifici, per pensare azioni di promozione e di rivitalizzazione dei centri urbani e storici. Ci piacerebbe un’area dedicata alle mostre permanenti e ad eventi ‘fieristici’, promuovere ‘la settimana della Bellezza’, un evento sull’alimentazione, e una proposta culturale unica per la Riviera”.

 

Giacomo Piran

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento