Elezioni Provincia di Padova: immutato l’equilibrio politico

 

elezioniE’ riconfermato l’equilibrio governativo del primo biennio, dopo le votazioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale che si sono tenute ieri in Provincia. Sono 9 i consiglieri risultati eletti nella lista “Padova Provincia Civica”,  4 in quella “Comuni in Provincia” e 3 in “Padova e il suo Territorio”.

“Sono soddisfatto del risultato – ha detto il presidente Enoch Soranzo – perché il nuovo Consiglio permetterà di guidare l’ente e fornire risposte concrete ai Comuni, e quindi ai cittadini, con serenità e nell’interesse di tutti. È con estrema soddisfazione che registro come concretamente, in questi due anni, si sia riusciti a superare le divisioni politiche per abbracciare un progetto comune di territorio: non è stato facile, ma questo risultato dice forte e chiaro quanto questa Nuova Provincia abbia saputo dialogare con tutti e lavorare per tutti, cosa che sembra ormai divenuta rara nella politica locale. Nel nuovo Consiglio provinciale sono infatti presenti, su 16 eletti, ben 10 sindaci, 1 vicesindaco e 5 consiglieri comunali.

Come presidente, anche dell’UPI  Veneto,  il mio primo impegno sarà reperire tutti i fondi necessari perché le nuove Province possano contare su risorse finanziarie sufficienti a fare le necessarie manutenzioni nelle strade e nelle scuole, in primis, e a garantire tutti i servizi destinati ad incrementare sempre il bene comune”.

“È un buon risultato che in qualche modo ci attendevamo – ha dichiarato il consigliere più votato Fabio Bui – Gli amministratori del territorio, votandoci, hanno evidentemente riconosciuto e premiato il nostro impegno di questi due anni. Con gli eletti nelle due liste che hanno dichiarato di condividere e sostenere il lavoro del presidente Enoch Soranzo abbiamo almeno l’80 per cento dei voti per  proseguire il grande progetto di rappresentare il territorio e le sue necessità. Questo permetterà di votare i provvedimenti da assumere nell’interesse dei cittadini padovani con la massima serenità e ampia rappresentatività. Ci avviamo quindi tranquilli a questo secondo mandato con un Consiglio rinnovato e sono certo che l’impegno di tutti sarà ancora maggiore, con l’obiettivo che la Nuova Provincia sia sempre più la Casa di tutti i Comuni.”

“È un grande risultato in termini di partecipazione – ha sottolineato il neo consigliere eletto Luciano Salvò – perché andare oltre l’80% degli aventi diritto al voto significa che la Provincia viene ancora sentita come un punto di riferimento importante per le amministrazioni locali. A livello politico, emerge inoltre che nel territorio provinciale padovano esiste un’area moderata molto forte che vuole essere rappresentata, dunque è tempo di rimboccarsi le maniche per svolgere al meglio il proprio compito, ciascuno nel lavoro che sarà chiamato a svolgere.  Siamo quindi a disposizione di tutte le amministrazioni comunali per dare una risposta concreta alle esigenze del territorio”.

Lascia un commento