Grande festa per il Radicchio di Maserà

radicchioAlla varietà e alla ricchezza del radicchio, tipicità padovana per eccellenza, Maserà dedica il primo evento del 2017. Sarà l’occasione per conoscere la bontà e la versatilità dei radicchi anche attraverso le degustazioni e gli assaggi in piazza. La provincia di Padova vanta il primato della produzione di radicchio di qualità, a partire dalla presenza di tutti i cinque radicchi veneti a marchio Igp: variegato di Castelfranco, Treviso precoce e tardivo, Chioggia, rosso di Verona.

A Maserà e dintorni un nutrito gruppo di produttori, riuniti nel Consorzio ortofrutticoli tipici padovani, ha scommesso anche sulle varietà locali, molto apprezzate dai consumatori, come il radicchio Bianco Fior di Maserà e l’originale radicchio rosa, creando così un solido legame con il territorio d’origine e una forte identità del prodotto. Da diciotto anni i produttori insieme al Comune e alle Organizzazioni agricole padovane propongono con successo la manifestazione dedicata al radicchio e alle altre tipicità dell’agricoltura di casa nostra, in tutto con uno scopo benefico.

Domenica 15 gennaio per tutto il giorno la piazza del municipio ospiterà la Mostra mercato e concorso dei Radicchi Padovani, del Radicchio Bianco Fior di Maserà e dei prodotti tipici locali “made in Padova”, con la presenza di una cinquantina di produttori ed espositori locali. Alle 12.30 è in programma il pranzo degustazione di piatti a base di Radicchio in abbinamento ai vini D.O.C. “Bagnoli” e “Corti Benedettine del Padovano” e prodotti tipici padovani, su prenotazione e fino ad esaurimento posti al ristorante “6 per sempre” in piazza del Donatore (prenotazioni 049 8860023 – 345 1018678) e al Caffè Pertini (prenotazione 049 8860482).

Nel pomeriggio alle 16 in piazza sarà proposta la tradizionale degustazione del tradizionale risotto al radicchio. Anche il riso è a “km zero”, fornito dalla società agricola Capuzzo Anchille e Silvano di Conselve. Il risotto sarà distribuito in centinaia di porzioni in collaborazione con le associazioni del territorio: Associazione Nazionale Carabinieri, Alpini, Protezione Civile, Fidas, Federcaccia, Bocciofila Don Bosco. Il ricavato degli assaggi e delle degustazioni sarà devoluto alla Fondazione Città della Speranza di Padova, a favore delle attività di ricerca e di cura dei piccoli pazienti seguiti dall’associazione nell’ospedale padovano. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 22 gennaio.

Lascia un commento